© ASO / Alex Broadway

Giro del Delfinato 2020, Egan Bernal: “Io mi sento bene ma non è solo Jumbo-Visma contro Ineos”

Nulla ha potuto contro lo scatto di Wout Van Aert, ma Egan Bernal è comunque soddisfatto del suo terzo posto nella prima tappa del Giro del Delfinato 2020. Il corridore del Team Ineos ha ottenuto un buon piazzamento in un arrivo certamente più adatto a corridori più esplosivi e veloci, come dimostrano le prime due posizioni. Dunque il colombiano non può che essere soddisfatto della condizione in vista delle prossime tappe e soprattutto del Tour de France 2020.

“La verità è che mi sento bene per essere in questa posizione dopo una tappa lunga e dura. Dovevamo essere pronti fin dall’inizio per una lunga giornata in sella e poi si è trattato di essere super attenti nel circuito finale, con tanti saliscendi e un finale esplosivo – le sue prime parole dopo il traguardo – Abbiamo lavorato bene e non mi aspettavo di essere in una posizione così buona, ma è un buon segno. Sono veramente felice. Mi fa pensare al Tour dell’anno scorso e Van Aert era già molto forte. Ci stiamo avvicinando al Tour de France e questa è una gara del World Tour, quindi non si tratta di Jumbo-Visma contro il Team Ineos. Ci sono molte squadre forti pronte per la battaglia e dobbiamo rispettarle”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.