© Deceuninck-Quick-Step

Freccia Vallone 2019, Alaphilippe si riscatta subito: “Battere Fuglsang non è stato affatto semplice”

Pronto riscatto di Julian Alaphilippe che si è aggiudicato la Freccia Vallone 2019 rispettando i pronostici della vigilia. Reduce dalla cocente delusione dell’Amstel Gold Race, quando un eccessivo attendismo gli era costata la sconfitta a scapito di Mathieu Van der Poel (Corendon-Circus), il portacolori della Deceuninck-Quick Step si è rifatto nella classica che fa da ponte in vista della Liegi-Bastogne-Liegi battendo proprio Jakob Fuglsang (Astana), suo rivale già alla Strade Bianche e domenica scorsa. Nonostante un inconveniente meccanico a 40 chilometri dall’arrivo, il 26enne francese ha riguadagnato il gruppo e nel finale, ben pilotato da Enric Mas, ha scelto il momento propizio per sferrare l’attacco che gli ha permesso di concedere il bis dopo l’affermazione ottenuta dodici mesi or sono sullo stesso traguardo.

Al termine della prova il vincitore della Milano-Sanremo si è lasciato andare ad un abbraccio col rivale Fuglsang, verso il quale ha speso anche belle parole nell’intervista a caldo: “Ho dovuto cambiare bici a 40 dalla conclusione e devo dire grazie ai compagni che mi hanno permesso di sprecare meno energie possibili, facendomi rientrare e guidandomi al meglio nelle fasi finali. Faccio i complimenti anche a Fuglsang, è stato davvero molto difficile batterlo oggi“. Nessun accenno di polemica, invece, per quanto avvenuto domenica nei Paesi Bassi: “Ormai fa parte del passato, sappiamo come è andata e non ci possiamo più fare niente”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.