© Unipublic

Vuelta a España 2019, tutti i ritiri

Non sono tardati ad arrivare i primi ritiri della Vuelta a España 2019. Dei 176 corridori partiti da Torrevieja inevitabilmente saranno in molti a dover lasciare la corsa anzitempo, facendo i conti con la sfortuna, per infortunio, malattia o per esclusione della giuria, in particolare per non essere rientrati nel tempo massimo. A salutare per primo la corsa iberica è Mickael Delage (Groupama-FDJ), che non prende il via della terza tappa a causa di una angina batterica, con febbre alta. Al francese si aggiunge il giorno successivo il primo nome pesante, ovvero quello di Steven Kruijswijk (Jumbo-Visma), che lascia la corsa per un problema al ginocchio, conseguenza della caduta nella cronosquadre.

Il terzo corridore ritirato in questa Vuelta è l’austriaco Gregor Mühlberger (Bora-hansgrohe), che abbandona la corsa durante la quinta tappa per un problema di salute. Ben quattro invece i ritiri nella sesta tappa a causa di una maxicaduta. A lasciare la corsa sono Victor De La Parte (CCC), con fratture multiple, l’ex leader Nicolas Roche (Sunweb), colpito a livello muscolareRigoberto Uran e Hugh Carthy (EF Education First), entrambi vittima di una frattura alla clavicola.

A subire le conseguenze della stessa caduta è Davide Formolo (Bora-hansgrohe), che non si presenta al via della settima tappa per il forte dolore. Dopo la prima ora di corsa lascia invece Tejay Van Garderen (EF Education First), anche lui caduto il giorno precedente, riportando una grossa abrasione problemi muscolari. Più tranquilla la ottava frazione, che vede tutti i corridori iniziare e concludere la tappa. La successiva invece, tra salite e brutto tempo, costa il ritiro a Phil Bauhaus (Bahrain-Merida), che non potrà essere protagonista nelle volate delle ultime due settimane.

Dopo il giorno di riposo, tutti i corridori prendono il via e concludono regolarmente la cronometro, così come la undicesima tappa, il giorno seguente. Al foglio firma della dodicesima tappa non si presenta invece Benjamin Thomas (Groupama-FDJ), fermato come il compagno da una angina batterica. Il tredicesimo giorno di gara è invece Fabio Aru (UAE Team Emirates) a dare forfait, arrendendosi a un problema muscolare, risultato della caduta della cronosquadre.

Al via della quattordicesima tappa un’altra defezione: si tratta di Domingos Gonçalves (CajaRural-RGA), che lascia la corsa per problemi intestinali. Non porta invece a termine la tappa Luka Mezgec (Mitchelton-Scott), che lascia la corsa in ambulanza dopo la brutta maxi-caduta in cui è rimasto coinvolto nell’ultimo chilometro. A non firmare il giorno successivo è invece Patrick Bevin (CCC), che lascia la corsa in accordo con il team per riposarsi in vista del Mondiale, mentre durante la tappa abbandonano Jesper Hansen (Cofidis), malato da qualche giorno, e Brian Van Goethem (Lotto Soudal), colpito da problemi intestinali. Tutto più tranquillo invece nella sedicesima frazione, che vede il gruppo partire e concludere integro la tappa.

Assente dalla corsa dopo il giorno di riposo è Jesus Herrada (Cofidis), che si ferma per non peggiorare una situazione fisica non ideale. A causa di cadute non riescono a concludere la diciottesima tappa Amanuel Ghebreigzabhier (Dimension Data) e Vasil Kiryenka (Ineos), spesso protagonisti in fuga nella corsa spagnola. Nella giornata seguente, condizionata dal vento e dalla pioggia, una caduta avvenuta a 66 chilometri dall’arrivo costringe Tony Martin (Jumbo-Visma) e Marco Marcato (UAE Team Emirates) ad abbandonare la corsa. La ventesima tappa inizia senza Jempy Drucker (Bora-Hansgrohe), anche lui coinvolto nelle cadute del giorno precedente e impossibilitato a ripartire. Tutti i superstiti delle montagne infine sono riusciti a concludere l’ultima tappa, con la classica passerella a Madrid: sono quindi 153 i corridori che hanno concluso la Vuelta, su 176 partiti.

Ritirati Vuelta a España 2019

Tappa 1

Tappa 2

Tappa 3
Mickael Delage (Groupama-FD)

Tappa 4
Steven Kruijswijk (Jumbo-Visma)

Tappa 5
Gregor Mühlberger (Bora-hansgrohe)

Tappa 6
Rigoberto Uran (EF Education First)
Hugh Carthy (EF Education First)
David De La Parte (CCC)
Nicolas Roche (Sunweb)

Tappa 7
Davide Formolo (Bora-hansgrohe)
Tejay Van Garderen (EF Education First)

Tappa 8

Tappa 9
Phil Bauhaus (Bahrain-Merida)

Tappa 10

Tappa 11

Tappa 12
Benjamin Thomas (Groupama-FDJ)

Tappa 13
Fabio Aru (UAE Team Emirates)

Tappa 14
Domingos Gonçalves (CajaRural-RGA)
Luka Mezgec (Mitchelton-Scott)

Tappa 15
Patrick Bevin (CCC)
Jesper Hansen (Cofidis)
Brian Van Goethem (Lotto Soudal)

Tappa 16

Tappa 17
Jesus Herrada (Cofidis)

Tappa 18
Amanuel Ghebreigzabhier (Dimension Data)
Vasil Kiryenka (Ineos)

Tappa 19
Tony Martin (Jumbo-Visma)
Marco Marcato (UAE Team Emirates)

Tappa 20
Jempy Drucker (Bora-Hansgrohe)

Tappa 21

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.