Tour de France 2021, Vincenzo Nibali: “Non è mia intenzione curare la classifica, vediamo come rispondono le gambe domani”

Vincenzo Nibali tra i grandi protagonisti di giornata al Tour de France 2021. Già sempre brillante in questa prima settimana, il siciliano si è fatto trovare pronto anche nella settima frazione, cogliendo l’attimo quando è nata la fuga del mattino. Lo Squalo dello Stretto si è così infilato nel tentativo di giornata assieme ai compagni Toms Skujins e Jasper Stuyven, seguendo l’istinto di un corridore esperto. Una mossa che gli ha permesso anche di guadagnare minuti interessanti in ottica classifica generale, anche se questa continua a non essere per lui un obiettivo (almeno per il momento).

“Sulla carta non era una tappa indicata per me – ricorda ai microfoni RAI – Poi, quando ero lì, c’era una velocità alta e visto che si muovevano uomini importanti di classifica ho pensato potesse essere una mossa buona e ci sono entrato. È stata una tappa pazzesca, abbiamo corso la prima ora ad una media di 51 chilometri orari e poi abbiamo chiuso una tappa di 250 chilometri in 5 ore e mezza”.

Hanno fatto discutere le scelte della formazione statunitense che ha visto muoversi in maniera spesso separata i suoi tre corridori, con specialmente l’atteggiamento nel finale, quando ormai la corsa era stata decisa, che ha sorpreso alcuni visto che Nibali e Skujins non sono sembrati correre di accordo, con il lettone che avrebbe potuto essere uomo prezioso al fianco del messinese per permettergli di guadagnare il più possibile in classifica e limitare il dispendio di energie in vista di domani.

“Per noi è arrivato un secondo posto ed è stata una buona giornata tentando di vincere”, commenta senza soffermarsi sull’argomento, con un pizzico di rammarico invece per non essere riuscito a seguire in prima persona Wout Van Aert e Mathieu Van Der Poel: “Un po’ mi ha dato fastidio – ammette – Quando sono partiti me ne sono accorto, ma quando son passati lanciati, ho provato ad inseguire, però le energie erano quelle che erano e io stavo tirando in quel momento. Loro sono molto esplosivi, mentre noi che eravamo lì con loro siamo rimasti al gancio”.

Inevitabile anche un commento sulla sua nuova posizione in classifica generale, che lo vede sesto, a 29 secondi da Tadej Pogacar: “Non pensavo di fare un buon risultato così in classifica. Sta venendo così…. Sto correndo nelle prime posizioni, la gamba è buona, ma non è mia intenzione curare la classifica. Ora comunque bisogna vedere domani come rispondono le gambe”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.