Tour de France 2019, Elia Viviani analizza la sconfitta: “Ewan ha sfruttato l’occasione, ma Groenewegen è il più veloce”

Elia Viviani ha perso di nuovo un’ottima occasione per vincere un’altra tappa al Tour de France 2019. Il veronese della Deceuninck-Quick-Step è stato guidato, come al solito, molto bene dai propri compagni di squadra fino agli ultimi metri, anche se l’ultima rotonda ha scombinato leggermente i piani del suo ultimo uomo, Max Richeze, che non è riuscito a tenere a ruota il proprio capitano. Una volta lanciata la volata, Viviani non è riuscito a ritagliarsi il proprio spazio a centro strada, ritrovandosi a tagliare il traguardo soltanto in terza posizione.

Un’altra volata vinta da un altro velocista – ha dovuto ammettere ai microfoni di Rai Sport a fine tappa – l’unico che mancava era Ewan, ora siamo tutti a uno. Questo dimostra l’alto livello che c’è qui, siamo tutti vicini”. Viviani racconta poi così gli ultimi metri: “La rotonda nel finale ce la aspettavamo più aperta, pensavamo fosse da fare a tutta velocità. Ewan ha sfruttato una grande occasione, ma penso che Groenewegen sia il più veloce a questo Tour”.

I prossimi giorni saranno, per quanto possibile, all’insegna del riposo: “Ora arrivano le montagne, siamo in un Grande Giro e bisogna farle. Aspettiamo prossima volata che sarà dopo il secondo giorno di riposo, ora ci aspetta una settimana corta con la crono e due tappe difficili, arriveremo a domenica in fretta“.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.