© Gran Piemonte

Presentazione Percorso e Favoriti Gran Piemonte 2021

Giovedì 7 ottobre andrà in scena il Gran Piemonte 2021. La storica corsa italiana, di categoria UCI 1.Pro, raggiunge quest’anno l’edizione numero 105. La corsa organizzata da RCS Sport presenta un percorso che strizza sicuramente l’occhio ai velocisti. La strategica collocazione in calendario, a soli tre giorni da Il Lombardia, consente alla classica italiana di avere una startlist di assoluto livello, con ben 13 formazioni WorldTour e la conseguente presenza di molti campioni. Il vincitore sul traguardo di Borgosesia succederà nell’albo d’oro a George Bennet, trionfatore l’anno scorso su un tracciato più impegnativo di quello proposto quest’anno.

ORARIO DI PARTENZA: 12:55
ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 16:48-17:12
DIRETTA TV: 15:00-17:00 RaiSport / 15:20-17:00 Eurosport 1 / 15:20-17:20 Eurosport Player
HASHTAG UFFICIALE: #GranPiemonte

Albo d’oro recente Gran Piemonte

2020 BENNETT George
2019 BERNAL Egan
2018 COLBRELLI Sonny
2017 ARU Fabio (Campionato Italiano)
2016 NIZZOLO Giacomo
2015 BAKELANTS Jan
2014 –
2013 –
2012 URAN Rigoberto
2011 MORENO Daniel

Percorso Gran Piemonte 2021

Rocca Canavese – Borgosesia (168 km)

Dopo alcune edizioni più impegnative, il Gran Piemonte 2021 torna a presentare un percorso adatto alle ruote veloci. Il tracciato si snoda tra Rocca Canavese e Borgosesia per un totale di 168 chilometri. Il percorso presenta una sola asperità, ma, nel complesso, tende comunque ad essere piuttosto mosso, attraversando fin dai primi chilometri le ondulazioni del Canavese. Dopo 53 chilometri dal via verrà affrontata l’unica vera salita di giornata che, in poco meno di sette chilometri, conduce alla Serra d’Ivrea. Lo scollinamento è previsto a più di 100 chilometri dal traguardo, pertanto questa ascesa non potrà essere decisiva ai fini della corsa. Da qui in poi il percorso non propone più difficoltà altimetriche rilevanti e, eccezion fatta per alcuni saliscendi, si prosegue in pianura passando per Biella e raggiungendo la Valsesia dove si svolge il finale con un circuito pianeggiante di 35 chilometri. Gli ultimi 5 chilometri, in leggerissima ma costante salita su strade di media larghezza, conducono poi all’ampio rettilineo finale di 500 metri.

Favoriti Gran Piemonte 2021

Clicca qui per la startlist

Con un percorso adatto ai velocisti, sono gli sprinter gli uomini da tenere d’occhio per l’arrivo di Borgosesia. In attesa della startlist ufficiale, tra gli uomini attesi alla partenza il favorito potrebbe essere Giacomo Nizzolo (Qhubeka NextHash), che ha avuto qualche giorno per recuperare dalla grande fatica della Parigi-Roubaix 2021. Il brianzolo vuole chiudere al meglio la propria stagione e ha le qualità giuste per mettersi tutti alle spalle. Il suo avversario principale sembra poter essere Elia Viviani (Cofidis), affamatissimo di vittorie nei suoi ultimi appuntamenti con la squadra francese che non gli ha regalato particolari soddisfazioni, almeno sino a questo ultimo periodo. I due potranno contare sulle squadre più attrezzate, un valido aiuto per tenere chiusa la corsa e formare il treno nell’ultimo chilometro. Di certo per la condizione palesata domenica il favorito d’obbligo dovrebbe essere Sonny Colbrelli (Bahrain-Victorious), ma il bresciano è sprinter meno puro e arriverà alla corsa con meno motivazioni degli altri e (speriamo anche per lui) dopo qualche giorno di festeggiamento, con un fisico che ancora risentirà dell’immane sforzo per vincere la Roubaix in quelle condizioni.

Gli altri sprinter, per un motivo o per l’altro, sembrano partire un gradino sotto i tre nomi fatti finora. Jakub Mareczko (Vini Zabù) può forse trovare per una volta una classica realmente adatta alle sue caratteristiche, con poche salite nella seconda metà del percorso. Il finale leggermente ondulato non gioca a suo favore, ma se dovesse arrivare con le energie giuste agli ultimi 300 metri sarebbe pericoloso per tutti. Attenzione anche a Ethan Hayter (Ineos-Grenadiers), in rampa di lancio in questa stagione e a sua volta tra i velocisti più brillanti. Il milanese Matteo Moschetti (Trek-Segafredo) cerca il colpaccio in una delle classiche più adatte alle sue caratteristiche, ma non avrà a sua disposizione un treno di passisti al livello di quello dei rivali. Tra gli italiani, possono sicuramente tentare di sorprendere anche Riccardo Minali (Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux) e Vincenzo Albanese (Eolo-Kometa), che non partono con il ruolo di favoriti ma sicuramente possono piazzarsi anche molto bene.

Avrebbero sicuramente preferito qualche salita in più lungo il percorso corridori come Matteo Trentin (UAE Team Emirates) e Alex Aranburu (Astana). Entrambi dovrebbero comunque buttarsi dentro in volata, in squadre prive di grossissime alternative, e in caso di corsa dura avrebbero ottime possibilità di centrare un risultato importante. Spera in una giornata impegnativa per tutti anche lo spagnolo Ivan Garcia Cortina (Movistar), che in uno sprint secco non ha grossissime possibilità di vincere ma in un gruppo ristretto diventerebbe tra i più temibili, anche per la sparata di cui è dotato nel chilometro. Un nome a sorpresa può essere il giovane Olav Kooij (Jumbo-Visma), che si è messo in mostra in Croazia e potrebbe provare a piazzarsi anche nella classica italiana. Tra i giovani da tenere d’occhio, ricordiamo anche Matthew Walls (Bora-Hansgrohe) e Filippo Fiorelli (Bardiani-CSF).

Non bisogna sottovalutare anche il ruolo di alcuni corridori che sulla carta partono con il ruolo di gregari, ma in condizioni particolari avrebbero carta bianca per giocarsi le loro chance. Il nome più caldo in questa categoria pare Riccardo Stacchiotti (Vini Zabù), prima alternativa a Mareczko nel caso in cui qualcosa andasse storto. La Cofidis ha addirittura due carte da giocarsi per cambiare i piani: la più logica risponde al nome di Simone Consonni, che ha più volte dimostrato le sue doti in volata in carriera, prima di mettersi a disposizione di Viviani. La più sentimentale però vuole che la squadra francese lasci a Fabio Sabatini, che dovrebbe essere alla sua penultima gara da professionista prima di ritirarsi al Giro del Veneto, la possibilità di fare la sua corsa. Tra le alternative, in casa UAE Team Emirates bisognerà capire il ruolo di Aleksandr Riabushenko, spesso protagonista in Italia, e di Alessandro Covi, corridore che in queste ultime uscite ha mostrato soprattutto la sua resistenza in salita, ma anche anche decisamente veloce.

Attenzione alla possibilità che qualcuno provi ad animare la corsa con attacchi da lontano o nel finale. Non sono molte le formazioni interessate a una condotta tattica di questo tipo, ma la Androni Sidermec potrebbe movimentare la classica con un corridore come Mattia Bais o Mattia Viel, abituati a prendere vento in faccia. In casa Movistar Marc Soler ha già provato ad attaccare da lontano alla Coppa Bernocchi, mancando il treno buono ma dimostrando una buona condizione, la UAE Team Emirates ha tanti corridori, come Valerio Conti, che potrebbero animare la corsa da lontano. Anche se, in assenza di un Evenepoel e su un percorso ancora più adatto ai passisti, non è facile pensare a un ribaltone del pronostico come avvenuto lunedì alla Bernocchi.

Borsino dei Favoriti Gran Piemonte 2021

***** Giacomo Nizzolo
**** Elia Viviani, Sonny Colbrelli
*** Ethan Hayter, Matteo Trentin, Jakub Mareczko
** Alex Aranburu, Matteo Moschetti, Vincenzo Albanese, Riccardo Minali
* Riccardo Stacchiotti, Simone Consonni, Filippo Fiorelli, Olav Kooij, Alessandro Covi

Meteo Previsto Gran Piemonte 2021

Soleggiato. Possibilità di precipitazioni: 0%. Umidità: 55%. Vento direzione NO fino a 10 km/h. Temperatura prevista: minima 13°, massima 18°.

Altimetria e Planimetria Gran Piemonte 2021

Cronotabella Gran Piemonte 2021

 

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *