Analisi Percorso Milano-Sanremo 2019: una lunghissima corsa a eliminazione

Cambia soltanto in qualche dettaglio il percorso della Milano – Sanremo 2019 rispetto all’edizione precedente. La classicissima di Primavera, che andrà in scena sabato 23 marzo segue il solco della tradizione recente, lasciando intatte tutte le peculiarità di questa corsa, che ha nelle fasi finali quelle più attese. Saranno così 291 i chilometri complessivi, contro i 294 della passata edizione, differenza dovuta esclusivamente ad una deviazione tra Novi Ligure e Ovada, che appunto porta a questo minimo accorciamento della distanza complessiva da percorrere. La caccia alla Milano – Sanremo 2019 è quindi aperta, sia per i velocisti che per i coraggiosi attaccanti, sempre che abbiano ancora benzina da consumare dopo quasi 300 chilometri sulla bici.

Percorso Milano – Sanremo 2019

Milano – Sanremo (291,0 km)

Appuntamento come da tradizione ormai davanti al Castello Sforzesco alle 9:45, con la parata dei corridori in Piazza Sempione, dove si svolgeranno le operazioni di partenza. Dopo un trasferimento piuttosto lungo (7,6 km), che porta la corsa così a sfiorare concretamente i trecento chilometri complessivi, i corridori inizieranno la competizione effettiva da via della Chiesa Rossa, nell’estrema periferia sud, con un primo tratto semplice in direzione di Pavia (km 29), Voghera (km 59), Tortona (km 76), Novi Ligure (km 94) e quindi Ovada (km 117) e Campo Ligure (km 133), zona del primo rifornimento fisso. Le prime fasi saranno come sempre interamente pianeggianti, con la prima difficoltà altimetrica che sarà ovviamente il lungo Passo del Turchino (km 142,2), che sostanzialmente taglia la corsa a metà.

Da quel momento, oltre a lasciare la Lombardia per la Liguria, il percorso della Milano – Sanremo 2019 comincia a cambiare volto con strade più strette, tortuose ed esposte sul mare. Dopo la rapida discesa i corridori comunque dovranno percorrere ancora molta pianura in direazione di Voltri (km 154), da cui si dirigerà poi verso Arenzano (km 161). Usciti dalla provincia di Genova si arriva a Varazze (km 173), con la corsa che entra in provincia di Savona, capoluogo che verrà invece raggiunto al km 184. Anche quest’anno dunque l’organizzazione ha scelto di evitare l’Altopiano delle Manie, facendo puntare il gruppo verso Ceriale (km 221), zona del secondo rifornimento fisso, e Alassio (km 234), dove iniziano le fasi finali della corsa. Capo Mele inizierà finalmente a indurire la corsa al chilometro 239, quando molti corridori avranno già le energie al lumicino. Al chilometro 244 verrà superato Capo Cervo e al 256 Capo Berta.

Difficile comunque pensare che si possa vedere qualcuno attaccare, visto che dal traguardo mancheranno ancora 39 chilometri, ma anche solo un aumento del ritmo potrà essere interessante per valutare le reazioni, non solo dei capitani, ma delle squadre dei loro gregari. Come in tutto il percorso della Milano – Sanremo 2019, fondamentale sarà la gestione dello sforzo anche in questo tratto, ma non sempre è così semplice, con il posizionamento che si rivela fattore cruciale.

Si arriverà così a Imperia-Oneglia (km 255), da dove ci si sposta placidamente verso a San Lorenzo al Mare (km 264) per affrontare le due salite più caratteristiche della corsa. Prima la Cipressa, con i suoi 5,65 chilometri al 4,1% di media, che verrà affrontata dopo 269 chilometri. Una scalata sicuramente non impossibile, ma alla quale tutti vorranno arrivare davanti, provocando una accelerazione che qualcuno potrebbe poi cercare di sfruttare per allungare e anticipare la bagarre. I primi quattro chilometri, fino al bivio di Lingueglietta, sono i più impegnativi.  Purtroppo per chi vorrà provare ad attaccare, l’arrivo è ancora abbastanza lontano e solitamente nella fase successiva il gruppo può organizzarsi bene per inseguire visto che i successivi 12 chilometri sono composti praticamente solo da pianura e discesa (in caso di maltempo tuttavia il logorio potrebbe essere ben altro, così come la prudenza potrebbe portare ad un ritmo minore in gruppo).

L’attesissimo Poggio (km 285) è infine ultimo momento per tentare un disperato attacco, come quello messo a segno da Vincenzo Nibali l’anno scorso. Sono 3,7 chilometri al 3,7% con punte dell’8%, ma possono bastare per dare il colpo di grazia a fisici stremati da oltre 280 chilometri di corsa affrontati. Non è una salita molto dura, né molto lunga, ma con oltre 285 chilometri nelle gambe fare ancora 3,7 chilometri di salita non è cosa così semplice. Anche la discesa è un momento da non sottovalutare perché il successo potrebbe costruirsi nella rapida e tecnica picchiata verso il traguardo.

Dallo scollinamento mancheranno poco più di cinque chilometri al traguardo. Un rapida picchiata fino a Corso Cavallotti, poi gli ultimi 2200 metri pianeggianti e solitamente mozzafiato fino a Via Roma, con una sola doppia curva a 750 metri dall’arrivo.

ORARIO DI PARTENZA: 10:10

ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 16:46 – 17:27

Salite Milano – Sanremo 2019

DALLA PARTENZAALL’ARRIVONOMELUNGHEZZA
142,217,6Passo del Turchino
239,625,0Capo Mele
244,736,9Capo Berta
252,647,6Capo Cervo
269,575,8Cipressa5,65 km al 4,1%, max 9%
285,688,7Poggio di Sanremo3,7 km al 3,7%, max 8%

Altimetria e Planimetria Milano – Sanremo 2019

Cronotabella Milano – Sanremo 2019

 

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.