© Jumbo-Visma

Milano-Sanremo 2019, Van Aert: “Pensavo che l’attacco di Trentin fosse quello buono”

Prova di spessore quella che Wout Van Aert è riuscito a tirare fuori alla Milano-Sanremo 2019. L’eclettico corridore della Jumbo-Visma è stato tra i più brillanti sul Poggio, ha scollinato insieme ai migliori, e alla fine ha provato ad inserirsi nella bagarre che ha portato Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick-Step) alla vittoria. Il belga ha probabilmente speso parecchie energie nel tentativo di seguire e chiudere l’attacco di Matteo Trentin (Mitchelton-Scott), non riuscendo poi ad andare oltre il sesto posto nella volata finale.

Considerato che era l’esordio nella Classicissima per lui, le premesse per i prossimi anni sono positive: “Pensavo che l’attacco di Trentin fosse quello decisivo, ma è arrivato un po’ troppo presto – ammette Van Aert – Sesto non è male, ma il podio era veramente vicino. Mi sono sentito bene tutto il giorno, sulla Cipressa e il Poggio è andato tutto bene e ho scollinato coi primi. È stato un grande debutto per una corsa come questa, ha stimolato il mio appetito”.

Ora c’è la consapevolezza di poter puntare al bersaglio grosso: “Sicuramente tornerò per puntare a qualcosa di più. È la conferma che abbiamo lavorato bene nel ritiro in Spagna e mi dà grande fiducia per le classiche belghe. La forma è buona”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.