Per Sempre Alfredo 2022, trionfo solitario di Marc Hirschi!

Marc Hirschi torna ad alzare le braccia al cielo imponendosi nella Per Sempre Alfredo 2022. Il corridore dell’UAE Team Emirates, alla prima gara della stagione, ha conquistato la seconda edizione della corsa toscana grazie a un’attacco solitario iniziato a poco più di otto chilometri dal traguardo di Sesto Fiorentino. L’elvetico è stato in grado di fare il vuoto sull’ascesa di Collina ed è poi riuscito a resistere per tre secondi alla rimonta degli inseguitori, regolati in volata da Dion Smith (Team BikeExchange-Jayco) davanti a Remy Mertz (Bingoal Pauwels Sauces WB). Quarto posto per il primo degli italiani, Alessandro Fedeli (Nazionale italiana), che ha chiuso davanti a Thomas Pesenti (Beltrami TSA-Tre Colli).

La corsa inizia subito in salita, quindi la fuga di giornata fatica ad andare via. Ci riescono, in vista del primo passaggio da Fiesole, Didier Norberto Merchan Cardona (Drone Hopper-Androni) e Lorenzo Milesi (Nazionale italiana), che vengono subito lasciati andare. Su Vetta le Croci si lancia al loro inseguimento Federico Burchio (Work Service Vitalcare Vega), il quale però non riesce a rientrare dovendosi arrendere al chilometro 60, quando viene riassorbito dal gruppo, tirato dall’UAE Team Emirates, che viaggia a poco più di cinque minuti dai battistrada.

Nel tratto seguente, il gap si mantiene stabile, con la coppia di testa che inizia la salita verso Montecarelli con un margine di 4’48”. Lungo l’ascesa, Milesi stacca Merchan, che in seguito verrà ripreso dal plotone, e scollina con ancora quattro minuti di vantaggio, tentando l’impresa solitaria. La salita successiva, quella di Croci di Calenzano, vede il battistrada mantenere ancora 3’17”, con il plotone che non pare preoccupato dal ritardo e prosegue a ritmo regolare. Milesi entra così per primo nel circuito finale, da ripetere per tre volte, approcciando per la prima volta l’ascesa di Collina con un margine di 2’50”.

A quel punto, però, il gruppo cambia decisamente passo sotto l’impulso dell’UAE Team Emirates, che pian piano recupera terreno sul fuggitivo transitando per la prima volta sulla linea d’arrivo staccati di 1’10”. Milesi riesce comunque ad iniziare nuovamente per primo la salita di Collina, tuttavia il suo vantaggio è ormai di soli 25″ e, a un chilometro dallo scollinamento, la sua avventura finisce. Dopo una discesa tranquilla, nel tratto di strada che riporta nella zona del traguardo ci provano allora Filippo Fiorelli (Bardiani CSF Faizanè), Marco Tizza (Bingoal Pauwels Sauces WB) e Cian Uijtdebroeks (Bora-hansgrohe), raggiunti poco dopo da Marco Canola (Nazionale italiana), Patrick Gamper (Bora-hansgrohe) e Kenny Molly (Bingoal Pauwels Sauces WB).

Questi sei uomini iniziano l’ultimo giro con un margine di 20″ ma, appena iniziata l’ultima scalata verso Collina, il gruppo va a chiudere anche su di loro. A poco più di otto chilometri dal traguardo, quindi, accelera Marc Hirschi (UAE Team Emirates), che subito riesce a fare il vuoto e a scollinare con 12″ di vantaggio, lanciandosi verso il traguardo. Dietro provano a organizzare l’inseguimento, ma i chilometri scorrono veloci sotto le ruote dell’elvetico, che si presenta alla flamme rouge con ancora 8″ di margine. Il 23enne va così a conquistare il successo, mentre alle sue spalle la volata per il secondo posto è vinta da Dion Smith (Team BikeExchange-Jayco) su Remy Mertz (Bingoal Pauwels Sauces WB).

Risultato Per Sempre Alfredo 2022

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button