© SWpix

Women’s Tour 2022, rifiutata la richiesta di arrivare a otto tappe: “Perché ad ASO le hanno date? Disgustoso”

L’UCI rifiuta la richiesta del Women’s Tour di ottenere più tappe. La corsa britannica, conclusa quest’anno con il successo di Demi Vollering, aveva chiesto di inserire due tappe in più per arrivare a otto e pareggiare il numero di frazioni della gara maschile, ricevendo però picche come risposta dalla massima istituzione del ciclismo mondiale. Una decisione che non è piaciuta però al direttore di corsa di Mick Bennett, che ai microfoni di VeloNews non ha nascosto il suo risentimento. Bennett si è chiesto infatti perché al Tour de France Femmes sia stato concesso di avere otto tappe, facendola diventare la seconda corsa più lunga in calendario dopo il Giro Donne, mentre a loro no.

“Volevamo più giorni, ma l’UCI non ce li concede – ha esordito – Poi arriva ASO e loro hanno subito otto giorni e WorldTour. È disgustoso. Non lo posso sopportare. Le corse WorldTour vanno trattate in modo equo e chiaro, ma a loro hanno dato gli otto giorni, perché?”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *