© Team Sunweb

Sunweb, Kelderman lascia il Giro a Dumoulin: Tour e soprattutto Vuelta per lui

Prevedibile cambio di programma per Wilco Kelderman. Se il corridore del Team Sunweb era stato fra i primi ad annunciare la sua intenzione di partecipare al Giro d’Italia 2018, con la decisione del compagno Tom Dumoulin di essere a sua volta al via, era necessario qualche aggiustamento. Averli entrambi in squadra sarebbe stato sicuramente molto interessante per la compagine tedesca e la speranza per qualche settimana c’è stata, anche considerando che fra le possibilità della Farfalla di Maastricht per il suo post Giro c’era aiutare Kelderman alla Vuelta a España. Tuttavia, con l’incertezza di Dumoulin riguardo il Tour de France, la squadra si è voluta tenere una porta aperta, dirottando Kelderman alla Grande Boucle, confermandolo in ogni caso capitano poi in Spagna ad agosto.

Una decisione sensata, che permette così alla squadra di avere in ogni caso un corridori che possa farsi notare in montagna, così come a crono, nel mese di luglio, quando comunque ci sarà anche Michael Matthews, anche se l’australiano ha ammesso di volersi soprattutto focalizzare sulle classiche in questo 2018. “Farò la Vuelta come capitano e il Tour con un ruolo un po’ più libero – spiega Kelderman a cyclingnews – Punterò alle tappe, magari aiutando Michael nelle tappe di pianura, correndo sostanzialmente in preparazione alla Vuelta”.

Per lui dunque “nessuna differenza” se Dumoulin sarà poi o meno presente al via della corsa transalpina, il suo ruolo sostanzialmente non cambierà. “Il grande obiettivo è la Vuelta – precisa – Il Tour è molto vicino quindi bisogna fare una scelta chiara, la Vuelta è il mio grande obiettivo. Il Tour è prima, quindi correrò con un ruolo più libero […] Penso bisogni avere pazienza. Non mi sento davvero pronto per fare classifica al Tour. Voglio prima fare ancora la Vuelta, per crescere. Penso sia giusto così”.

Prende dunque forma il suo calendario, che lo vedrà debuttare a fine febbraio, in occasione dell’Abu Dhabi Tour, assieme a Dumoulin. Il loro percorso sarà tuttavia molto diverso nel resto della stagione, con Kelderman che sarà successivamente a Volta a Catalunya, Amstel Gold Race, Freccia Vallone e Giro di Romandia, prima di staccare per un mese. Il ritorno sarà poi al Giro di Svizzera, ultima corsa in vista della Grande Boucle. Un approccio dunque tradizionale, che sembrerebbe sulla carta perfetto anche per un Tour de France nel quale tuttavia non vuole spendere troppe energie, siano esse fisiche o mentali, in vista di una Vuelta in cui salire quantomeno sul podio per migliorare il quarto posto della passata stagione.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.