Parigi-Roubaix 2021, Wout Van Aert: “Sarà un’edizione epica. Ieri hanno sottovalutato Lizzie Deignan”

Wout Van Aert si aspetta una versione epica della Parigi-Roubaix 2021. Il corridore della Jumbo-Visma è sicuro che la pioggia regalerà spettacolo, mentre ha glissato sulle possibilità di essere avvantaggiato dalle sue abilità da crossista, spiegando che prima di tutto bisogna stare fuori da guai, soprattutto nelle prime fasi (un’opinione condivisa anche con il vicecampione del mondo Dylan Van Baarle). Il classe ’94 ha poi spiegato di aver assistito anche alla prima storica edizione femminile della corsa, vinta da Lizzie Deignan, a suo dire sottovalutata dalle avversarie nelle prime fasi della corsa.

Sarà un’edizione epica, non sarà tanto una questione di godersela, ma sarà una battaglia durissima  – ha  spiegato ai nostri microfoni prima della partenza – Quanto sarò avvantaggiato dalle capacità del ciclocross? Capisco sia un bell’argomento, ma prima di tutto devo stare fuori dai guai nel primo paio di settori, e c’entra avere un buon posizionamento, ma c’è bisogno anche di un po’ di fortuna, magari anche nel finale, quando possono esserci più frazionamenti e lì si può avere un piccolo vantaggio”.

Infine, il ventisettenne  ha detto la sua sulla gara femminile: “Sì, l’ho vista, è stata una bella corsa. Impressionante vedere l’assolo di Deignan. Ovviamente io tifavo per Marianne Vos nel finale, ma credo che tutte abbiano sottovalutato la forza di Lizzie davanti”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *