© LaPresse - D'Alberto / Ferrari

Tirreno-Adriatico 2019, la classifica big: Roglic vince davanti a Yates e Fuglsang – Bettiol miglior italiano

Si fa subito sul serio alla Tirreno – Adriatico 2019. Con la tradizionale cronosquadre di apertura infatti la classifica generale ha subito iniziato a far registrare i primi distacchi, seppur abbastanza lievi. Ma in una corsa che presumibilmente si deciderà per una questione di secondi, partire con il piede giusto era essenziale e nel gioco è la Mitchelton – Scott di Adam Yates ad essersi aggiudicata il primo round, non solo psicologicamente con i rivali. Bene anche Primoz Roglic (Jumbo-Visma), che perde solo sette secondi, mentre già a partire da Tom Dumoulin (Team Sunweb), il distacco sale a 22 secondi.

1’10” invece il ritardo di Vincenzo Nibali, Rohan Dennis e Damiano Caruso, che non sono riusciti a tenere alto il ritmo della Bahrain – Merida, mentre Julian Alaphilippe (Deceuninck-QuickStep) partirà con un ritardo di oltre trenta secondi. I corridori più attardati sono invece Alexis Vuillermoz (Ag2r La Mondiale), ad oltre due  minuti, e lo sfortunato Rafal Majka (Bora-hansgrohe), al quale lo sfortunato incidente con uno spettatore costa oltre sei minuti.

L’arrivo in salita di Pomarance della seconda tappa, invece, miete la prima vittima di lusso, ovvero Geraint Thomas (Team Sky), che perde 1’23” dal vincitore di tappa. Nibali perde altri 15″, mentre Caruso 11″. Julian Alaphilippe si prende 10″ di abbuono e Greg Van Avermaet (CCC Team) 6″, il tutto mentre Adam Yates va a vestire la maglia azzurra di leader. Verso Foligno si ritira Damiano Caruso (Bahrain-Merida) e perde invece terreno Tiesj Benoot (Lotto Soudal) vittima di una foratura a quattro chilometri dall’arrivo.

Nella tappa dei muri emergono abbastanza chiare le gerarchie: Primoz Roglic (Jumbo-Visma), Jakob Fuglsang e Alexey Lutsenko (Astana) e Adam Yates sono i più forti. Tutti gli altri inseguono, con Tim Wellens (Lotto Soudal) che sembra quello più in difficoltà e accusa 1’04” di ritardo al traguardo. Alza invece bandiera bianca Geraint Thomas.

La quinta tappa propone una nuova bagarre tra i big, con Adam Yates (Mitchelton-Scott) che resiste in maglia azzurra, davanti a Primoz Roglic (Jumbo-Visma) e al vincitore di giornata Jakob Fuglsang (Astana). Crolla invece Alexey Lutsenko (Astana), con una classifica che si fa sempre più definita in vista del gran finale.

La generale non cambia al termina della semplice sesta tappa, con il solo Alaphilippe che, grazie alla vittoria di tappa, si prende 10″ di abbuono. Il ribaltone matura allora nella cronometro conclusiva, che registra il sorpasso di Primoz Roglic (Jumbo-Visma) ai danni di Adam Yates (Mitchelton-Scott) mentre Thibaut Pinot (Groupama-FDJ). irrompe in top five scalzando il connazionale Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step).

Classifica Big Tirreno – Adriatico 2019

1ROGLIC PrimozTJV25h 28’ 00”
2YATES AdamMTS25h 28’ 01”
3FUGLSANG JakobAST25h 28’ 30”
4DUMOULIN TomSUN25h 29’ 25”
5PINOT ThibautGFC25h 30’ 32”
6ALAPHILIPPE JulianDQT25h 30’ 34”
7POELS WoutSKY25h 30’ 42”
8CLARKE SimonEF125h 31’ 01”
9OOMEN SamSUN25h 31’ 12”
10FARIA DA COSTA Rui AlbertoUAD25h 31’ 18”
11BETTIOL AlbertoEF125h 31’ 28”
12BENOOT TiesjLTS25h 31’ 37”
13LUTSENKO AlexeyAST25h 31’ 43”
14POLANC JanUAD25h 32’ 29”
15NIBALI VincenzoTBM25h 32’ 34”
16VAN AVERMAET GregCPT25h 32’ 57”
17MOHORIC MatejTBM25h 33’ 02”
18WELLENS TimLTS25h 33’ 10”
19SKUJINS TomsTFS25h 33’ 14”
20CARAPAZ RichardMOV25h 33’ 21”
21GESINK RobertTJV25h 33’ 54”
22FORMOLO DavideBOH25h 34’ 06”
23BRAMBILLA GianlucaTFS25h 34’ 45”
24SHALUNOV EvgenyGAZ25h 36’ 04”
25GUERREIRO RúbenTKA25h 36’ 15”
26GONÇALVES JoséTKA25h 37’ 28”
27KREUZIGER RomanTDD25h 38’ 44”
28CASTROVIEJO JonathanSKY25h 42’ 03”
29KANGERT TanelEF125h 44’ 54”
30OLIVEIRA NelsonMOV25h 45’ 01”
52MAJKA RafalBOH25h 56’ 35”
64HERMANS BenICA26h 01’ 52”
95DENNIS RohanTBM26h 20’ 55”
• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.