© ASO / Pauline Ballet

Tour de France 2020, Top/Flop del Giorno

La nostra rubrica che, tra il serio ed il faceto, traccia il bilancio della giornata appena conclusasi al Tour de France 2020.

TOP

Alexey Lutsenko (Astana): Grande impresa del campione nazionale kazako. Bravo ad unirsi alla fuga che poi si rivelerà quella giusta e bravissimo a staccare ad uno ad uno i suoi compagni di avventura sul Col de la Lusette. Una giornata davvero perfetta per il corridore della Astana che coglie un prestigioso successo che avrà certamente fatto felice il suo caposquadra Alexander Vinokourov, unico kazako a vincere sulle strade del Tour fino ad oggi.

Greg Van Avermaet (CCC): Sempre molto attivo il corridore belga. Uno degli animatori della fuga odierna. Si stacca sull’ultimo GPM ma non si arrende tanto che ad un certo punto sembra anche poter rientrare sulla testa della corsa. Ma il ritmo di Lutsenko era davvero troppo alto e lui, comunque, non demorde anche su un terreno non propriamente adatto alle sue caratteristiche. Alla fine va anche a sprintare per il podio di giornata.

Fabio Aru (UAE Team Emirates): Finalmente. Dopo giorni di anonimato in fondo al gruppo, il sardo mette la testa fuori dal guscio. Evade dal plotone dei migliori sulle prime rampe del Col de la Lusette. Guadagna anche terreno, riprende e stacca velocemente gli ex battistrada e sembra anche potersi avvicinare alla testa della corsa. Si trova per qualche chilometro a metà strada tra gruppo e fuggitivi, poi quando davanti Lutsenko aumenta il ritmo viene ripreso dal gruppo. Ma, almeno, ha lanciato un segnale incoraggiante.

FLOP

I big della classifica: Ci si aspettava almeno qualche tentativo. Invece nulla. Si adeguano tutti al ritmo, blando, di Mitchelton – Scott ed Ineos Grenadiers. La Jumbo – Visma non si vede quasi mai davanti al gruppo. Insomma calma piatta tra i capitani che puntano alla Maglia Gialla. Anche i propositi bellicosi di Julian Alaphilippe si vedono solamente negli ultimi metri. Gambe risparmiate per il fine settimana pirenaico.

Ag2r La Mondiale e Total Direct Energie: Rimaste fuori dalla fuga poi rivelatasi decisiva, si mettono in testa al gruppo con l’intenzione di andare a riprendere gli attaccanti. Tirano indemoniate e la loro azione sembra avere successo. Poi, inspiegabilmente, quando sono ormai a pochi secondi dai fuggitivi si rialzano e il loro tentativo naufraga. Quanti rimpianti.

Nicolas Roche (Sunweb): Il corridore irlandese sembrava poter essere decisamente uno degli uomini maggiormente accreditati per il successo finale tra quelli della fuga. Poi, però, quando davanti scattano prima Powless e poi Lutsenko non riesce a seguirli su un terreno che in teoria avrebbe potuto favorirlo. Viene addirittura ripreso dal gruppo dopo pochi chilometri ancora prima dell’ultimo GPM.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.