© Israel Start Up Nation

Bilancio Squadre 2020: Israel Start-Up Nation

Un buon primo anno nel World Tour per la Israel Start-Up Nation. Il bottino di successi rispetto allo scorso anno (anche a causa di una stagione accorciata) è inferiore per quantità, ma migliore per qualità. Due tappe nei GT sono un risultato importantissimo per la crescita del team, che appoggiandosi soprattutto ai propri veterani riesce a centrare anche dei piazzamenti in classifica generale nei GT e in alcune classiche monumento. L’esordio di un israeliano per GT e l’ingaggio di Chris Froome per il prossimo anno rappresentano poi ulteriori passi in avanti per l’intero movimento e alzano l’asticella delle aspettative per il 2021.

Cosa ha funzionato

Finalmente si è rivisto il vero Dan Martin. Rinvigorito dal cambio di team dopo due anni difficili alla UAE Emirates, il corridore irlandese è stato l’uomo simbolo della stagione della Israel, partendo già con buoni piazzamenti a Volta ao Algarve e Volta a la Comunitat Valenciana. Al Tour sembra rivedere i fantasmi delle scorse stagioni dopo una brutta partenza a causa dei postumi di una caduta al Delfinato, ma una volta uscito di classifica prova ad andare più volte in fuga e, anche se non va mai vicino al successo, recupera fiducia nei suoi mezzi. Arriva così subito un quinto posto alla Freccia Vallone, a cui fa poi seguito una Vuelta vissuta da grande protagonista con la vittoria della terza tappa davanti a Roglic e Carapaz. Resta per qualche giorno virtualmente sul podio, sognando per tutta la corsa di salire su quello finale di Madrid, ma alla fine chiude quarto, un risultato che sicuramente avrà fatto piacere sia a lui che al team.

L’altro successo in un GT porta invece la firma di Alex Dowsett, vincitore sul traguardo di Vieste dell’ottava tappa del Giro d’Italia. Per il britannico si tratta di un ritorno al successo nella corsa rosa dopo otto anni, in una stagione condita da buoni risultati come il quarto posto nella crono dei campionati europei e il nono in quella iridata. Avrebbe voluto mettere la ciliegina sulla torta con l’assalto al Record dell’Ora, ma il Covid-19 per il momento gliel’ha impedito.

L’unico corridore del team ad aver ottenuto più di un successo è invece Rudy Barbier, grande protagonista soprattutto della prima parte di stagione. Il velocista francese, infatti, vince al debutto stagionale nella prima tappa della Vuelta San Juan, dove poi ottiene altri piazzamenti. Piazzamenti che arrivano poi anche allo UAE Tour (dove sono presenti praticamente tutti i migliori velocisti al mondo) e alla Parigi-Nizza. Piazzamenti che continuano anche nel post-lockdown tra Sibiu Tour, Giro di Polonia e Giro d’Ungheria, fino ad arrivare al successo dell’ultima tappa del Giro di Slovenia. Al Giro d’Italia fa in tempo a ottenere un sesto posto a Brindisi prima di essere costretto al ritiro proprio quando sembrava aver trovato la giusta gamba.

Nel corso di questa stagione, sono andati a segno anche l’estone Mihkel Räim in una tappa del Tour of Antalya e il francese Hugo Hofstetter nella semi-classica belga Le Samyn. Le quattro vittorie stagionali rimanenti sono arrivate nei Campionati nazionali con Omer Goldstein (Israele in linea), Guy Sagiv (Israele a crono), Matthias Brändle (Austria a crono) e Norman Vahtra (Estonia in linea).

Tra i giovani, ha lasciato intravedere interessanti passi in avanti il velocista israeliano Itamar Einhorn, nono in una esigente Scheldeprijs a ottobre, e il francese Alexis Renard, anch’egli ruota veloce in erba che ha affrontato con coraggio 14 tappe della Vuelta, raccogliendo anche un incoraggiante sesto posto.

Cosa non ha funzionato

La più grossa delusione del team israeliano probabilmente è stata Nils Politt, che non è mai riuscito a trovare la gamba migliore alla ripresa delle corse dopo il lockdown. Il tedesco si presentava in questa stagione forte del secondo posto alla Parigi-Roubaix e al quinto al Giro delle Fiandre nel 2019, due risultati che lo avevano proiettato tra i possibili protagonisti nelle classiche. Quest’anno però riesce a mettersi in mostra con qualche piazzamento nell’atipica Parigi-Nizza di marzo, poi non ottiene più risultati degni di nota, né in un Tour de France con poche tappe adatte a lui (e la generosità nell’andare in fuga non basta su salite troppo dure per la sua corporatura) né soprattutto nelle corse belghe autunnali, molto più vicine alle sue caratteristiche. Chiude senza podi ma soprattutto senza animare le classiche sul pavé, come ci aveva invece abituato.

Dopo un illusorio nono posto al Lombardia e un piccolo giallo legato ad alcune sue dichiarazioni sul voler essere esentato dalla Grande Boucle per timore dell’isolamento, Ben Hermans  si preparava a vivere il Tour da co-capitano con Dan Martin.  Sulle strade francesi, però, le cose non vanno come sperato, visto che anche lui come l’irlandese esce subito di classifica. Durante l’ottava tappa riesce a centrare la fuga giusta, ma resta comunque fuori dalla lotta per la vittoria. A pesare poi sulla sua stagione priva di successi, anche l’assenza delle tanto amate corse americane.

Dopo un 2019 ricco di tante soddisfazioni, Davide Cimolai ha vissuto una stagione non troppo brillante e senza vittorie. Lo sprinter friulano ha sgomitato alla Tirreno-Adriatico e al Giro d’Italia, dove il dualismo con Rick Zabel ha sortito come massimo risultato il quinto posto di Matera. Il tedesco, dal canto suo, non ha fatto molto di più, condividendo praticamente gli stessi obiettivi dell’azzurro nonché il miglior piazzamento al Giro: un quinto posto a Rimini. Sempre tra le ruote veloci, l’ardita scommessa André Greipel non si può dire che sia stata del tutto persa. Il tedesco non ha certamente brillato, non riuscendo mai ad alzare le braccia al cielo, ma comunque è riuscito a iniziare bene la stagione al Tour Down Under e poi a inserirsi in una volata al Tour de France a Ile-de-Ré. Stagione in discesa anche per Guillaume Boivin, mai competitivo nelle classiche in cui ha preso parte, scelta che lo ha portato a rinunciare ai Grand Tour.

Top/Flop

+++ Dan Martin
++ Alex Dowsett
+ Rudy Barbier
– André Greipel
— Ben Hermans
— Nils Politt

Miglior Momento

Il momento più rappresentativo della stagione della formazione israeliana arriva proprio al tramonto dell’anno. Il successo alla terza frazione della Vuelta a España da parte di Dan Martin è certamente il più prestigioso tra quelli ottenuti dagli uomini del team, vista anche la qualità degli avversari. Questa vittoria, poi, lancerà il corridore irlandese verso un GT iberico corso da protagonista e concluso ai piedi del podio. La sua zampata vincente sul traguardo di Laguna Negra al termine degli otto chilometri della salita finale gli consente di mettersi alle spalle sia Primoz Roglic che Richard Carapaz e di tornare, dopo due anni, ad alzare le braccia al cielo.

Migliori Risultati

Vittorie
21/11/2020 ISR GOLDSTEIN Omer NC5 Isr Campionati Nazionali Israele (Beit Guvrin) R.R.
6/11/2020 ISR SAGIV Guy NCT5 Isr Campionati Nazionali Israele (Tel Saki) I.T.T.
22/10/2020 IRL MARTIN Daniel GT2s Esp Vuelta a España, Tappa 3 : Lodosa – Vinuesa
10/10/2020 GBR DOWSETT Alex GT2s Ita Giro d’Italia, Tappa 8 : Giovinazzo – Vieste
19/09/2020 FRA BARBIER Rudy 2.1s Svk Giro di Slovacchia, Tappa 4 : Topolcianky – Skalica
22/08/2020 AUT BRÄNDLE Matthias NCT3 Aut Campionati Nazionali Austria (Lutzmannsburg) I.T.T.
20/08/2020 EST VAHTRA Norman NC4 Est Campionati Nazionali Estonia (Keilas) R.R.
3/03/2020 FRA HOFSTETTER Hugo 1.1 Bel Le Samyn
20/02/2020 EST RÄIM Mihkel 2.1s Tur Tour of Antalya, Tappa 1 : Antalya – Antalya
26/01/2020 FRA BARBIER Rudy 2.PSs Arg Vuelta a San Juan, Tappa 1 : San Juan – San Juan
Totale: 10
Secondi Posti
6/11/2020 ISR NIV Guy NCT5 Isr Campionati Nazionali Israele (Tel Saki) I.T.T.
26/07/2020 SUI BADILATTI Matteo 2.1s Rou Sibiu Cycling Tour, Tappa 3a : Curmatura Stezii – Arena Platos I.T.T.
25/07/2020 FRA BARBIER Rudy 2.1s Rou Sibiu Cycling Tour, Tappa 2 : Sibiu – Sibiu
22/02/2020 SUI BADILATTI Matteo 2.1s Tur Tour of Antalya, Tappa 3 : Aspendos – Termessos
22/02/2020 IRL MARTIN Daniel 2.PSs Por Volta ao Algarve, Tappa 4 : Albufeira – Alto do Malhao
16/02/2020 AUT BRÄNDLE Matthias 2.PSs Fra Tour de La Provence, Tappa 4 : Avignon – Aix-en-Provence
13/02/2020 COL AVILA VANEGAS Edwin Alcibiades 2.1s Col Tour Colombia, Tappa 3 : Paipa – Sogamoso
29/01/2020 FRA BARBIER Rudy 2.PSs Arg Vuelta a San Juan, Tappa 4 : Jachal – Valle Fertil
Totale: 8
Terzi Posti
21/11/2020 ISR SAGIV Guy NC5 Isr Campionati Nazionali Israele (Beit Guvrin) R.R.
28/10/2020 IRL MARTIN Daniel GT2s Esp Vuelta a España, Tappa 8 : Logroño – Alto de Moncalvillo
21/10/2020 IRL MARTIN Daniel GT2s Esp Vuelta a España, Tappa 2 : Pamplona – Lekunberri
20/10/2020 IRL MARTIN Daniel GT2s Esp Vuelta a España, Tappa 1 : Irun – Arrate
8/09/2020 GER ZABEL Rick 2.WT1s Ita Tirreno – Adriatico, Tappa 2 : Camaiore – Follonica
26/07/2020 SUI BADILATTI Matteo 2.1 Rou Sibiu Cycling Tour
24/07/2020 SUI BADILATTI Matteo 2.1s Rou Sibiu Cycling Tour, Tappa 1 : Sibiu – Balea Lac
23/02/2020 FRA BARBIER Rudy 2.WT3s Uae UAE Tour, Tappa 1 : Dubai – Dubai
20/02/2020 IRL MARTIN Daniel 2.PSs Por Volta ao Algarve, Tappa 2 : Sagres – Alto da Foia
12/02/2020 ISR EINHORN Itamar 2.1s Col Tour Colombia, Tappa 2 : Paipa – Duitama
7/02/2020 EST RÄIM Mihkel 2.1s Aus Herald Sun Tour, Tappa 3 : Bright – Wangaratta
1/02/2020 FRA BARBIER Rudy 2.PSs Arg Vuelta a San Juan, Tappa 6 : Villicum – Villicum
Totale: 12
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.