© Vincent Curuchet

Presentazione Squadre 2018, Ag2r La Mondiale

Continua l’espansione a tutto campo della Ag2r La Mondiale 2018. La formazione transalpina si è saputa rivoluzionare negli ultimi anni, dimostrandosi ora una delle più competitive su tutti i terreni, con uomini di primo piano dal pavé alle montagne. Una crescita costante che ruota sostanzialmente intorno a due corridori, ma che ha visto l’organico in generale affermarsi sempre di più, anno dopo anno, tassello dopo tassello, formando una squadra ben intrecciata tra esperienza e gioventù, corridori affermati e giovani in rampa di lancio.

Gli uomini più attesi

Reduce da un doppio podio al Tour de France, Romain Bardet è indubbiamente l’uomo simbolo di una squadra nella quale è cresciuto e si sta affermando ormai a livello mondiale. Scalatore tra i più eleganti, lottatore coraggioso ed estroso, sta compiendo costanti passi in avanti, entusiasmando le folle che vedono in lui il prossimo francese a tornare sul gradino più alto della corsa più importante al mondo. Corridore meticoloso nella preparazione, così come nella vita, sta cercando di limare i suoi difetti, in particolare a crono, per riuscirci.

Intorno a lui è stata costruita una squadra che in salita si sta affermando negli anni come una delle più competitive grazie a corridori come Alexandre Geniez, autore di un grande inizio di stagione, Alexis Vuillermoz, Mathias Frank e il nuovo arrivato Tony Gallopin, che elemento di grande polivalenza che saprà giocarsi le sue carte quando ne avrà modo, ma potrà essere anche corridore molto prezioso per la causa del capitano alla Grande Boucle. Questi corridori saranno anche i punti di riferimento in alcune brevi corse a tappe e nelle classiche vallonate, nelle quali non mancheranno di dare manforte anche uomini come Cyril Gautier e Ben Gastauer, assieme al nostro Matteo Montaguti, ultimo italiano rimasto in squadra e tra i più esperti del gruppo assieme ad un altro degli scalatori ormai storici come Hubert Dupont.

Se il reparto salite è ben fornito, interessante è anche il comparto per il Nord, che in Oliver Naesen il suo punto di riferimento. Arrivato lo scorso anno, il belga da subito si è preso la squadra sulle spalle con grandi prestazioni, che lo hanno portato ad affermarsi come uno dei big five di una specialità che ha vissuto un forte ricambio generazionale in questi ultimi anni. Attorno a lui una squadra in cui l’esperto Stijn Vandenbergh è più di un semplice gregario, con elementi come il nuovo arrivato Silvan Dillier a loro volta di grande interesse e potenziale, di cui Michael Cherel e Gedeminas Bagdonas rappresentano l’essenza per il loro costante contributo.

Le giovani promesse

La rosa tende al verde con regolari innesti di neoprofessionisti. Tra i più giovani spicca l’iridato U23 Benoit Cosnefroy, che lo scorso anno si era già fatto notare anche nel circuito nazionale soprattutto, con un successo al GP Isbergues e alcuni interessanti piazzamenti sparsi. Buon vallonaro, quest’anno è atteso ad un ulteriore passo in avanti, con risultati tra i grandi anche fuori dai confini nazionali. Classe 1995, non bisogna comunque mettergli troppa fretta.

Molto interessanti sono anche Alexis Gougeard, grintoso baroudeur classe 1993 che ha già dimostrato di non avere paura di attaccare anche in corse di prestigio, conquistando così una tappa alla Vuelta e un quinto posto alla Omloop Het Nieuwsblad in passato. Per lui già otto successi da professionista e ancora molta strada da fare. Tra gli scalatori la promessa è Pierre Latour, anche lui vincitore di tappa alla Vuelta in passato, nonché campione nazionale a cronometro lo scoso anno, a conferma di un potenziale interessante per le corse a tappe. Al momento nelle gerarchie interne ha molti corridori davanti a lui, ma può essere un bene per crescere con calma considerando che anche lui ha da poco compiuto 24 anni.

Per le corse di un giorno ci sono anche Quentin Jaregui e Clément Venturini in prospettiva, altri elementi che nelle occasioni che hanno avuto nel calendario, non solo nazionale, hanno saputo raccogliere alcuni piazzamenti interessanti. Corridori coriacei e abbastanza completi, possono essere di supporto ai capitani durante la propria crescita.

 

Contatti
AG2R LA MONDIALE
604, Rue Denis Papin
73290 La Motte Servolex
FRANCIA
Email: equipe@france-cyclisme.fr
Sito:  http://www.ag2r-cyclisme.com/
Organico
BAGDONAS Gediminas 26.12.1985 LTU
BAKELANTS Jan 14.02.1986 BEL
BARBIER Rudy 18.12.1992 FRA
BARDET Romain 09.11.1990 FRA
BIDARD François 19.03.1992 FRA
CHEREL Mikael 17.03.1986 FRA
CHEVRIER Clement 29.06.1992 FRA
DENZ Nico 15.02.1994 GER
DILLIER Silvan 03.08.1990 SUI
DOMONT Axel 07.08.1990 FRA
DUMOULIN Samuel 20.08.1980 FRA
DUPONT Hubert 13.11.1980 FRA
DUVAL Julien 27.05.1990 FRA
FRANK Mathias 09.12.1986 SUI
GALLOPIN Tony 24.05.1988 FRA
GASTAUER Ben 14.11.1987 LUX
GAUTIER Cyril 26.09.1987 FRA
GENIEZ Alexandre 16.04.1988 FRA
GOUGEARD Alexis 05.03.1993 FRA
JAUREGUI Quentin 22.04.1994 FRA
LATOUR Pierre Roger 12.10.1993 FRA
MONTAGUTI Matteo 06.01.1984 ITA
NAESEN Oliver 16.09.1990 BEL
VANDENBERGH Stijn 25.04.1984 BEL
VENTURINI Clement 16.10.1993 FRA
VUILLERMOZ Alexis 01.06.1988 FRA
Neoprofessionisti
COSNEFROY Benoit 17.10.1995 FRA
PETERS Nans 12.03.1994 FRA
Staff
General Manager LAVENU Vincent 12.01.1956 FRA
Ass. General Manager CHEVALLIER Philippe 26.04.1961 FRA
Direttore Sportivo BIONDI Laurent 19.09.1959 FRA
Ass. Direttore Sportivo BELLENOUE Samuel 22.01.1980 FRA
Ass. Direttore Sportivo BOUGET Mickael 05.03.1980 FRA
Ass. Direttore Sportivo DESSEL Cyril 29.11.1974 FRA
Ass. Direttore Sportivo GOUBERT Stephane 13.03.1970 FRA
Ass. Direttore Sportivo GUILLE Nicolas 19.10.1974 FRA
Ass. Direttore Sportivo JANNEL Didier 17.06.1965 FRA
Ass. Direttore Sportivo JURDIE Julien 26.02.1973 FRA
Ass. Direttore Sportivo KASPUTIS Arturas 26.02.1967 LTU
Ass. Direttore Sportivo MAS Gilles 05.01.1961 FRA
Ass. Direttore Sportivo QUICLET Jean-Baptiste 08.02.1985 FRA

Vedi Anche

Pagelle Giro di Svizzera 2018, Porte e Quintana subito pronti – Landa, Mollema e Izagirre da rivedere

Richie Porte (BMC), 9,5: Corsa praticamente perfetta del capitano della BMC che si sin dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.