© Sirotti

Giro d’Italia 2021, l’Arkéa nega di aver offerto dei soldi per partecipare: “Non è nel nostro DNA. Ma abbiamo chiesto una wild card e Quintana vuole esserci”

L’Arkéa-Samsic nega di voler pagare per partecipare al Giro d’Italia 2021. La formazione transalpina non ha mai negato il proprio interesse a una wild card per la corsa rosa, anche con le parole del suo uomo simbolo Nairo Quintana, ma il team manager Emmanuel Hubert ha smentito ogni ipotesi circa un pagamento a RCS per favorire la propria partecipazione. Intervistato da Mon Peloton, il dirigente francese ha negato di aver parlato di soldi, confermando però di aver fatto domanda per la wild card a Giro e Tirreno-Adriatico, corse che potrebbero fare gola al vincitore del Giro 2014.

Pagare per partecipare alle corse non è nel mio DNA – ha dichiarato Hubert – Abbiamo fatto domanda per il Giro, ma senza parlare di soldi. Aspetto di sapere se ci prenderanno per tutte le prove a cui abbiamo fatto richiesta, non solo il Giro o la Tirreno. Quando conosceremo il programma, allora sceglieremo la nostra selezione. L’anno scorso sette squadre World Tour sono finite dietro di noi, facciamo parte del paesaggio ciclistico. E il fatto che un ex vincitore del Giro come Nairo voglia venire sicuramente aiuta. Ma finché non avrò visto il comunicato, io attendo”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.