Circuit Franco-Belge 2022, Alexander Kristoff la spunta su Dries Van Gestel e Victor Campenaerts – Quinto Alberto Dainese

Alexander Kristoff conquista il Circuit Franco-Belge 2022. Il corridore della Intermarché-Wanty-Gobert si è imposto nella volata finale a tre, lanciata lunghissima da Victor Campenaerts (Lotto Soudal), che aveva provato a sfruttare il lavoro del compagno Jasper De Buyst, ma che si è dovuto accontentare del terzo posto, alle spalle anche di Dries Van Gestel (TotalEnergies), anche lui parte del terzetto che aveva avviato l’azione decisiva all’inizio dell’ultimo giro del circuito finale e che era stato poi raggiunto da Campanearts negli ultimi 3 chilometri. Alle spalle dei primi quattro, poi, il gruppo è regolato da Alberto Dainese (DSM), che ottiene dunque la quinta posizione.

La partenza è molto veloce e si registrano tanti tentativi di attacco nei primi chilometri, ma alla fine sono quattro i corridori che riescono a fare la differenza e a evadere dal gruppo. Si tratta di Tim Naberman (Team DSM), Ayco Bastiaens (Alpecin-Deceuninck), Tom Sexton (Bolton Equities Black Spoke) e Timo De Jong (VolkerWessels Cyclin Team), che dopo 40 chilometri di gara riescono ad accumulare un vantaggio di circa cinque minuti. Con il gap sostanzialmente invariato, i quattro battistrada transitano per la prima volta sul traguardo poco dopo aver superato la prima metà di gara, iniziando così il primo dei quattro giri del circuito finale da 20,4 chilometri ciascuno.

Con l’ingresso nel circuito, iniziano le accelerazioni in gruppo, ma il lavoro della Lotto Soudal non consente a nessuno di avvantaggiarsi e, contemporaneamente, permette al plotone di recuperare terreno sui battistrada, il cui margine inizia rapidamente a scendere. L’alta velocità e il conseguente nervosismo, però, fanno dei danni anche in gruppo con Biniam Girmay (Intermarché-Wanty-Gobert) e Giacomo Nizzolo (Israel-PremierTech) costretti al ritiro dopo una caduta a 71 km dall’arrivo che coinvolge anche Luca Mozzato (B&B-Hotels), che pur acciaccato riesce invece a ripartire.  Poco più avanti Fabio Jakobsen (QuickStep-AlphaVinyl), vincitore dell’ultima edizione, non riesce più a tenere il ritmo gruppo, mentre prima gli uomini della Lotto Soudal e poi quella della Trek-Segafredo provano vari attacchi, che hanno l’unico effetto di alzare ulteriormente il ritmo di andare a riprendere tutti i fuggitivi a 42 km dall’arrivo, quando anche Caleb Ewan (Lotto Soudal) perde le ruote del gruppo.

Sullo strappo di Bois de Breucq, ai -29 dal traguardo, iniziano nuovamente gli attacchi con un attivissimo Filippo Baronicini (Trek-Segafredo), che riesce ad andare via insieme a Loic Vliegen (Intermarché-Wanty-Gobert) e a riuscire a prendere un piccolo vantaggio su tutti gli altri, prima di essere ripresi qualche chilometro più avanti da Edward Theuns (Trek-Segafredo), Victor Campenaerts (Lotto Soudal) e Dries De Bondt (Alpecin-Deceuninck). Tuttavia, poco prima che suoni la campana dell’ultimo giro il gruppo va a ricompattarsi ancora una volta.

Nell’ultimo giro si susseguono gli attacchi, con un terzetto composto da Alexander Kristoff (Intermarché-Wanty-Gobert), Jasper De Buyst (Lotto Soudal) e Dries Van Gestel (TotalEnergies), che riescono a raggiungere un vantaggio di 15”, che resta invariato ai piedi dell’ultima scalata di Bois de Breucq, dove il gruppo accelera, ma riesce a recuperare solo 5” in cima al GPM. Dopo lo scollinamento, però, in gruppo non c’è accordo e si susseguono sortite solitarie, finché non si forma un terzetto all’inseguimento composto da Victor Campenaerts (Lotto Soudal), Ludovic Robeet (Bingoal Pauwels Sauces WB) e Julian Martens (SportVlaanderen-Baloise), dal quale il corridore della Lotto prova ad attaccare a 3,5 km dall’arrivo quando il vantaggio della testa della corsa è di 15”. In men che non si dica Campenaerts si porta sulla testa della corsa e tira dritto, con il solo Van Gestel che riesce inizialmente a tenergli la ruota.

Kristoff e De Buyst riescono poi a riportarsi sotto uno dopo l’altro, con questo quartetto che passa per primo alla flamme rouge, con il gruppo che sembra avvicinarsi. De Buyst decide allora di sacrificarsi e tenere il ritmo alto per Campenaerts, che lancia la volata lunghissima ai 500 metri e viene ripreso sul rettilineo finale da Alexander Kristoff, che può esultare per la vittoria, mentre alle sue spalle anche Van Gestel supera Campenaerts per completare il podio di giornata, mentre alle loro spalle Alberto Dainese (DSM) regola il gruppo per prendersi la quinta posizione finale.

Risultato Circuit-Franco Belge 2022

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button