© Sirotti

Bilancio Squadre 2018: Gazprom-Rusvelo

È proseguito anche nel 2018 il processo involutivo della Gazprom-RusVelo. Così come le era capitato nella scorsa stagione, la formazione russa ha faticato terribilmente ad emergere in ogni corsa alla quale ha preso parte. La fulgida testimonianza giunga dal dato sulle vittorie: appena tre, due delle quali ottenute in corse 2.2 riservate agli Under 23 e una nel campionato nazionale russo. Sedici sono stati i podi complessivi, nessuno dei quali ottenuto nei sette eventi (Abu Dhabi Tour, Tirreno-Adriatico, Milano-Sanremo, GP di Francoforte, Giro di Polonia, Classica di Amburgo e Giro di Turchia) per il quale il sodalizio di Renat Chamidulin ha ottenuto una Wild Card. Dopo le parentesi del 2016 e del 2017, la prima impreziosita dalla vittoria di tappa di Alexander Foliforov, la squadra non ha invece ottenuto il pass per partecipare al Giro d’Italia, restando così tagliata fuori da tutti i GT stagionali.

Cosa ha funzionato

Lo zero in casella nella casella delle vittorie in corse riservate ai professionisti la dice lunga sull’annata vissuta dal team. Escludendo l’inevitabile monopolio nella prova in linea dei campionati nazionali russi, nella quale Ivan Rovyn – decimo poche settimane prima al Giro di Norvegia – ha preceduto Alexander Porsev e altri cinque elementi (Sergey Lagutin, Dmitry Kozontchuk, Evgeny Kobernyak, Ildar Arslanov e Alexander Foliforov) si sono piazzati nella top ten, la squadra ha bucato pressoché tutti gli appuntamenti.

Solo a tratti si è ammirato il talento di Arslanov, nono al Giro di Slovenia e terzo nella Adriatica Ionica Race dopo essersi piazzato sesto nell’arrivo in quota del Passo Giau, mentre il 22enne Alexander Vlasov ha visto sbocciare con violenza il suo talento sulle strade d’Italia conquistando una tappa del Toscana Terra di Ciclismo Eroica e, soprattutto, la classifica generale del Giro baby, proseguendo a luglio col terzo posto finale nel Sibiu Tour. Decisamente poco è arrivato dal resto della pattuglia, con le piazze d’onore finali di Roman Maikin nella Beograd-Banja Luka e di Aleksey Rybalkin al Sibiu Tour come momenti più alti di un anno da archiviare in fretta.

Cosa non ha funzionato

Poca qualità e un ricambio generazionale i cui effetti non sono ancora tangibili. Scadente è risultato infatti essere il rendimento di veterani come Sergey Lagutin e di un Sergey Firsanov ormai avviato verso un viale del tramonto “raccontato” dall’incapacità di inscrivere il proprio nome nella top ten di una corsa in 66 giorni in sella, mentre anche Alexander Foliforov ha vissuto una sola giornata positiva, culminata con il secondo posto nel tappone con arrivo sul Grossglockner al Giro d’Austria, all’interno di un percorso personale quanto mai accidentato.

Tutto sommato inferiore alle attese anche l’apporto fornito da Alexander Porsev, rimasto a secco dopo due stagioni condite da una vittoria ciascuna, Sergey Shilov, che non ha saputo confermare l’exploit dell’estate di un anno fa (quando si prese Trofeo Matteotti e Prueba Villafranca), e dell’impalpabile Evgeny Shalunov, incapace di esprimersi sui livelli che gli sono appartenuti nel biennio 2015-2016. Decisamente poco hanno aggiunto alla causa anche giovani come Evgeny Kobernyak e Stepan Kurianov

Top/Flop

+++
++ Alexander Vlasov
+ Ivan Rovyn
– Alexander Foliforov
— Sergey Shilov
— Evgeny Shalunov

Miglior Momento

La conquista del Giro d’Italia Under 23 da parte di Alexander Vlasov ha garantito una salutare boccata d’ossigeno a una squadra che, dopo l’addio di Ilnur Zakarin, non ha più saputo esprimere corridori solidi per le corse a tappe. Il 22enne di Vyborg, che in seguito ha sfiorato il podio nel Tour de l’Avenir, si è preso la Maglia Rosa finale con una settimana da regolarista valorizzata nell’atto conclusivo della cronometro di Cà del Poggio.

Migliori Risultati

Vittorie
1/07/2018RUSROVNY IvanNC3RusNational Championships Russia (Kursk) R.R.
16/06/2018RUSVLASOV Alexander2.2UItaGiro Ciclistico d’Italia
30/04/2018RUSVLASOV Alexander2.2UsItaToscana Terra di Ciclismo Eroica, Stage 2 : Radicofani – Abbadia San Salvatore (Vetta Amiata)
Totale: 3
Secondi Posti
11/07/2018RUSFOLIFOROV Alexander2.1sAutÖsterreich-Rundfahrt / Tour of Austria, Stage 5 : Matrei – Grossglockner
8/07/2018RUSRYBALKIN Aleksey2.1RouSibiu Cycling Tour
8/07/2018RusGazprom – RusVelo2.1sRouSibiu Cycling Tour, Stage 3a : Cisnadie – Sibiu T.T.T.
6/07/2018RUSRYBALKIN Aleksey2.1sRouSibiu Cycling Tour, Stage 1 : Sibiu – Balea Lac
1/07/2018RUSPORSEV AlexanderNC3RusNational Championships Russia (Kursk) R.R.
14/06/2018RUSVLASOV Alexander2.2UsItaGiro Ciclistico d’Italia, Stage 7 : Schio – Pian Delle Fugazze
1/05/2018RUSVLASOV Alexander2.2UItaToscana Terra di Ciclismo Eroica
29/04/2018RUSMAIKIN Roman2.1BihBeograd – Banja Luka
28/04/2018RUSMAIKIN Roman2.1sBihBeograd – Banja Luka, Stage 1 : Beograd – Brcko
Totale: 9
 Terzi Posti 
13/07/2018RUSNYCH Artem2.1sAutÖsterreich-Rundfahrt / Tour of Austria, Stage 7 : Waidhofen am Ybbs – Sonntagberg
8/07/2018RUSVLASOV Alexander2.1RouSibiu Cycling Tour
24/06/2018RUSARSLANOV Ildar2.1ItaAdriatica Ionica Race
15/06/2018RUSVLASOV Alexander2.2UsItaGiro Ciclistico d’Italia, Stage 8 : Levico Terme – Asiago
 Totale: 4
• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.