© SWPix.com

Ineos, ufficiale l’arrivo di Rohan Dennis: Tokyo e Mondiali nel mirino, ipotesi Giro nel programma che parte dall’Australia

Rohan Dennis ha firmato con il Team Ineos. Anticipato da più parti nelle ultime settimane, il trasferimento del campione del mondo della cronometro alla corazzata britannica è stato ufficializzato oggi con l’annuncio di un accordo biennale. Al centro di numerose polemiche dopo il suo burrascoso e misterioso ritiro dal Tour de France, il corridore australiano era tornato alle corso con il netto trionfo ai mondiali di Yorkshire 2019, corsi su una bici BMC, anticipando, di fatto, il divorzio dalla Bahrain – Merida annunciato dal team nei giorni seguenti. Una diatriba ancora in sospeso, con il corridore che ha fatto ricorso all’UCI dopo essere stato licenziato, ma che non gli ha impedito di poter trattare con altre squadre per il prossimo anno.

Accostato anche a CCC e Movistar, il due volte iridato ha dunque scelto la squadra britannica nella quale potrebbe trovare meno spazi, ma in cui sicuramente sanno come seguirlo nel suo processo di trasformazione da cronoman a corridore da GT, un progetto al quale si sta dedicando da un paio di stagioni, con risultati altalenanti.

“Era il mio sogno sin da quando sono passato professionista – commenta il corridore riguardo il suo trasferimento – Guardando da fuori sono sempre stato un loro fan, sin dai primi anni. Correre con questa squadra era un mio obiettivo e finalmente riuscirci per me è un grande onore. Ho sempre sentito un gran feeling con questa squadra, che crede molto nelle innovazioni, specialmente nel campo delle cronometro, che è qualcosa che ovviamente mi appassiona. Spero che potrò onorare i colori del team nel mio periodo con loro”.

Pronto per il ritiro che svolgerà con il team nei prossimi giorni, il corridore di Adelaide debutterà con la sua nuova maglia (sostanzialmente identica a quella dello scorso anno) sulle strade di casa, partendo ovviamente dai campionati nazionali per poi prendere parte al Tour Down Under. Già pronta la nuova bici del campione del mondo, personalizzata con l’iride, che lo vedrà andare a caccia dei due grandi obiettivi stagionali: la crono dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020, punto centrale della sua stagione, e il tris ai Mondiali di Aigle-Martigny. Possibile inoltre la partecipazione al Giro d’Italia, le cui tre cronometro rappresentano ovviamente un terreno di caccia molto interessante per lui, che presumibilmente prenderà parte alla corsa comunque con un ruolo di gregario per quello che sarà il capitano deputato, sia esso Egan Bernal o Richard Carapaz.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.