Volta a Catalunya 2021, Esteban Chaves: “È stato un attacco suicida. Questa vittoria mi ripaga degli ultimi anni difficili”

Esteban Chaves è tornato a sorridere alla Volta a Catalunya 2021. Lo scalatore colombiano, dopo alcuni anni difficili, è ritornato ad alzare le braccia al cielo nella tappa regina della corsa catalana dopo essere scattato quando mancavano circa sette chilometri all’arrivo. Un successo che arriva a quasi due anni dall’ultima affermazione, sul traguardo di San Martino di Castrozza al Giro d’Italia 2019. Una vittoria che conferma quanto di buono fatto già vedere ieri nel primo arrivo in salita e rilancia le quotazioni del corridore del Team BikeExchange dopo alcune stagioni in ombra.

“È stato un attacco abbastanza suicida. Conoscevo la salita e c’erano ancora molti corridori in gruppo ma avevo tutto da guadagnare e poco da perdere – le sue parole ai nostri microfoni – Ero lontano in classifica generale e mi sentivo bene, così ci ho provato. Mi sento molto bene e sono molto contento. Iniziare così l’anno è molto gratificante. Non avevo mai cominciato la primavera in questo modo ed è come se fossi stato ripagato di tutte le sofferenze. Gli ultimi anni sono stati piuttosto difficili ma ho sempre continuato a lavorare e a lottare e i risultati si cominciano a vedere- Questo è molto gratificante”.

Questo successo gli ha permesso anche di conquistare il primo posto nella classifica riservata ai Gran Premi della Montagna che potrebbe diventare un obiettivo da qui al termine della corsa: “Sicuro, ho molti obiettivi e si andrà a decidere l’ultimo giorno al Montjuïc ma ora concentriamoci sulle tappe di domani e dopodomani che si adattano molto bene a Dion Smith, il nostro velocista. Mentre per il podio sarà dura ma se si presenterà l’opportunità ci proveremo”.

 

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.