© A.S.O. / Pauline Ballet

Parigi Roubaix 2021, le prime parole di Sonny Colbrelli: “È un sogno. Questo è il mio anno”

Parole di incredulità quelle di Sonny Colbrelli al termine della Parigi – Roubaix 2021. Il corridore della Bahrain Victorious ha commentato la propria incredibile vittoria, rilasciando subito le prime dichiarazioni a caldo ai giornalisti. Il bresciano, in una giornata epica e resa estremamente complicata dal fango, ha realizzato una vera e propria impresa, battendo Florian Vermeersch (Lotto Soudal) e Mathieu Van Der Poel (Alpecin Fenix) e aggiungendo un ulteriore tassello a un’annata strepitosa, nella quale si è già aggiudicato anche il campionato italiano e il campionato europeo.

“Ho attaccato la prima volta a 90 chilometri dal traguardo – ha spiegato il bresciano – Nel finale poi ho sempre seguito Van Der Poel e quando siamo arrivati alle ultime centinaia di metri ho fatto un super sprint. Sono davvero felice. È un sogno, questa corsa è leggenda.”

Il campione italiano ha speso parole anche per il connazionale Gianni Moscon, resosi protagonista di un attacco molto pericoloso: “Moscon è molto forte. È partito da lontano, ma dietro eravamo un bel gruppo e abbiamo lavorato tutti insieme”.

Il corridore della Bahrain Victorius ha poi fornito maggiori dettagli sulla sua condotta di gara e in modo particolare sulla volata finale: “Avevo deciso di seguire Van Der Poel per lo sprint, ma Vermeersch è partito ai 200 metri e io gli sono saltato sulla ruota. A 25 metri dalla linea d’arrivo sono saltato fuori per la vittoria ed ero davvero al limite. In generale ho sempre pensato di stare davanti nei tratti di pavé. Questo è il mio anno. Sono davvero felice”.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *