© ASO

Parigi-Roubaix 2021, Gianni Moscon rallentato da una foratura: “Ho avuto un po’ di sfortuna”

Gianni Moscon grande protagonista alla Parigi-Roubaix 2021, ma la sfortuna ci ha messo lo zampino. L’italiano della Inoes Grenadiers stava pedalando da solo verso il velodromo di Roubaix, quando è stato rallentato da una foratura e poi da una caduta. Il classe 1994 è stato così ripreso dal terzetto che poi è andato a giocarsi la vittoria. Per lui, quindi la corsa si è conclusa con il quarto posto, a 44″ dal vincitore Sonny Colbrelli (Bahrain – Victorius).

“Ho provato ad attaccare da lontano e ho dato tutto. – ha dichiarato ai microfoni di Wielerflits Ho avuto un po’ di sfortuna con la foratura e dopo ero al limite. Quando sei così, puoi anche commettere degli errori. Sono caduto, ma non ho perso troppo tempo. Poi sono arrivati da dietro e io non avevo più le gambe per seguirli“.

L’azzurro si è poi chiesto se avrebbe potuto vincere la corsa senza i due rallentamenti: “Chi lo sa…Adesso non si può dire. Non lo so con esattezza, le cose sono andate così… Non so con precisione quando tempo ho perso con questi due problemi”.

“È stato veramente spettacolare – ha poi aggiunto, congratulandosi anche con il connazionale per la vittoria ottenuta – Ho provato a giocarmi presto le mie carte, attaccando da lontano, ma non ha funzionato. Un altro italiano ha vinto, quindi complimenti a lui”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *