© Sirotti

Operazione Aderlass, UCI squalifica per quattro anni Stefan Denifl e Christina Kolmann-Forstner

Quattro anni di squalifica per Stefan Denifl. Coinvolto per sua stessa ammissione nella Operazione Aderlass, l’ex corridore della Aqua Blue Sport, che aveva firmato un contratto con la CCC prima di fare un allora inspiegabile passo indietro, ha visto confermata la sanzione dell’UCI per “uso di metodo proibito”, perdendo inoltre i risultati nel periodo di utilizzo da lui confessato (si attendevano le tempistiche per un eventuale ricorso al TAS di Losanna). Tutti i risultati dal giugno 2014 al 5 marzo 2019 gli vengono così tolti, mentre la squalifica si concluderà a marzo 2023, quando il corridore, che ha già annunciato il ritiro, andrà per i 36 anni.

Assieme a lui, sostanzialmente per le stesse accuse e per un periodo simile (iniziato nel 2016 e non nel 2014), è stata squalificata sino al 2023 anche la ex campionessa europea di MTB Christina Kolmann-Forstner, anche lei coinvolta nello stesso caso di doping. Al momento si attendono novità invece riguardo Georg Predleir, l’altro ciclista austriaco preso nella rete che il mese scorso era stato a sua volta squalificato e sanzionato, ma sempre in attesa di un eventuale ricorso.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.