GP de Montréal 2022, Wout van Aert secondo ma soddisfatto: “Ho tenuto il ritmo degli scalatori, mi sento in buona forma”

Se uno come Wout van Aert non vince, è una notizia. Il fenomenale belga ha chiuso la sua trasferta canadese con un quarto posto, nel Gp de Québec 2022, e un secondo, al termine del Gp de Montréal 2022. In quest’ultimo appuntamento il corridore della Jumbo-Visma ha dovuto cedere, nella decisiva volata ristretta finale, a Tadej Pogačar, al termine di una gara molto dura e decisamente emozionante. Per Van Aert, comunque, l’umore è buono, anche in considerazione della qualità della sua marcia di avvicinamento al Mondiale di Wollongong 2022, la cui prova in linea è prevista per il 25 settembre).

“Sono stato in grado di seguire senza grossi problemi il primo attacco di Tadej Pogačar – il commento post gara del belga – Poi, quando Adam Yates ha alzato il ritmo ho dovuto spingere al massimo, e forse anche un po’ di più. Alla fine, ero in un gruppo composto da grandi scalatori e il fatto che io abbia potuto seguirli dimostra che sono in buona forma. Nella volata, poi, mi sono sentito un po’ limitato, probabilmente a causa degli sforzi fatti prima. Ma sono stato battuto da un corridore molto forte e fare secondo qui non è certo una vergogna”.

Van Aert guarda ora al prossimo futuro, con l’iride sullo sfondo: “È stata una buona preparazione per il Mondiale. Il percorso era molto esigente e forse è paragonabile a quello di Wollongong. Io ho dimostrato di essere pronto a combattere, ma queste gare canadesi hanno fatto vedere che ci sono altri corridori forti e in forma”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button