Vuelta a España 2022, Chris Froome vuole tornarci ancora in futuro: “Questa è la corsa della verità: se non hai gambe, non stai davanti”

Non è stata una Vuelta a España 2022 indimenticabile per Chris Froome. Il 37enne britannico è arrivato a Madrid con un 72esimo posto come miglior piazzamento di giornata, ma può lasciare la corsa con qualche sensazione positiva. Dopo i problemi avuti al Tour de France 2022, compresa la positività al Covid, il vincitore di 7 Grandi giri ha messo insieme chilometri buoni per provare a risalire gli scalini di una condizione che sulle strade francesi era parsa in netto miglioramento, dopo le difficoltà degli scorsi anni. L’età avanza, ma Froome per il momento non pensa a smettere.

“Voglio tornare alla Vuelta in futuro – le parole di Froome – Il pubblico è fantastico e la corsa è sempre molto dura. Il Grande giro spagnolo, peraltro, secondo me è la corsa della verità: non puoi proprio riuscire a stare davanti se non hai le gambe giuste”.

Il corridore della Israel-Premier Tech guarda al futuro, quindi, nei giorni in cui Alejandro Valverde e Vincenzo Nibali stanno chiudendo la loro lunghissima esperienza agonistica: “Negli anni ho duellato soprattutto con Valverde, in particolare qui alla Vuelta. È stato un grande rivale, sapevi che sarebbe sempre stato nella lotta per la classifica generale e che non potevi concedergli spazio”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Rispondi

Back to top button