© ASO / Alex Broadway

CicloMercato 2022: Consonni, Coquard, Herrada, Kristoff, G.Martin, Pacher, Viviani

Prosegue a vele spiegate il CicloMercato 2022. Come spesso accade è in questo periodo che le squadre portano avanti le loro importanti manovre per costruire il proprio organico per la prossima stagione, tra nuovi arrivi e rinnovi. Tra le formazioni più attive c’è la Cofidis, che ha ufficializzato oggi la conferma dei fratelli Herrada, elementi molto importanti del proprio organico da tre anni a questa parte. Jesus Herrada ha così firmato un biennale, mentre il 35enne José Herrada ha siglato un accordo annuale. Non ha ancora firmato, ma sarebbe ormai prossimo al nuovo contratto anche Simone Consonni, che ha sempre più convinto la dirigenza, tanto in servizio al team che in prima persona.

Per quanto riguarda gli altri leader, se Christophe Laporte appare ormai sempre più lontano, Guillaume Martin sarebbe ormai sul punto di firmare un ulteriore prolungamento del contratto, con lo scalatore che sarebbe al centro del progetto che recentemente ha visto il rinnovo del main sponsor fino almeno al 2025 (e della stessa durata dovrebbe essere l’accordo con il corridore, secondo quanto riporta La Voix des Sports). Considerando anche il probabile rinnovo dell’amico Consonni, con il quale ha un sodalizio anche in pista, Elia Viviani sta ancora valutando la possibilità di restare, voglioso anche di dimostrare alla squadra che lo ha fortemente voluto due anni fa di poter ottenere con loro i risultati per i quali è stato ingaggiato.

Non mancano comunque le trattative in entrata, con Giacomo Nizzolo che appare sempre il maggiore indiziato per sostituire il suo connazionale, ma c’è anche un nome per prendere il posto di Laporte, sempre con un corridore nato nell’esagono transalpino. Secondo quanto riporta Sud Ouest, si tratta di Bryan Coquard, che tornerebbe così nel WorldTour in cui ha corso per una sola stagione nel 2014, quando era al secondo anno di professionismo in maglia Europcar. Velocista resistente, ex pistard di livello mondiale, lascerebbe così la B&B Hotels che era nata proprio attorno a lui nel 2018, dopo quattro stagioni ricche di successi, ma senza l’atteso salto di qualità.

Dalla formazione professional di Jerome Pineau potrebbe sbarcare nel WorldTour anche Quentin Pacher, che dallo scorso anno ha dimostrato una interessante crescita, con risultati di spessore anche ai massimi livelli. Solido scalatore, il classe 1992 è approdato al professionismo nel 2016, evolvendo stagione dopo stagione, fino a correre lo scorso anno il suo primo Tour de France, in cui si è spesso messo in mostra.

Percorso inverso invece per Alexander Kristoff, che secondo i media norvegesi sarebbe ormai prossimo alla firma con la formazione di casa Uno-X Pro Cycling. Tra i team professional più in vista di questa stagione, la squadra scandinava sinora si è soprattutto concentrata sulla crescita dei giovani talenti, ma l’arrivo del vincitore di Milano-Sanremo e Giro delle Fiandre, oltre che di numerose altre classiche e tappe al Tour de France porterebbe ulteriore spessore al proprio organico, dando un punto di riferimento molto importante. Classe 1987, il solido corridore di Stavanger avrebbe così una squadra tutta per sé, dopo che negli ultimi anni ha spesso dovuto lavorare per altri sprinter, ma spendersi anche in favore degli uomini di classifica, come alla scorsa Grande Boucle.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.