Vuelta a España 2021, il ds EF Juanma Garate sul ritiro di Carthy: “Era in condizione, ma il ciclismo non è solo gambe. Problema di altra natura”

La EF Education-Nippo parla dei motivi del ritiro di Hugh Carthy dalla Vuelta a España 2021. Il britannico ha lasciato due giorni fa la corsa che lo scorso anno aveva chiuso sul podio, dopo due giornate in cui aveva sofferto particolarmente in salita. Tuttavia, il direttore sportivo Juanma Garate ha rivelato che il suo corridore non aveva problemi di natura fisica o di condizione, come testimonia anche il successo nella tappa finale della Vuelta a Burgos. L’impressione dunque è che il classe ’93 abbia abbandonato perché ormai in difficoltà a livello mentale (dell’importanza di questo aspetto ha parlato Chris Froome nei giorni scorsi) e quindi non più in grado di proseguire.

“Credo fosse in grande condizione – ha dichirato Garate ai microfoni di Velonews – Ha vinto l’ultima tappa della Vuelta a Burgos, ma non tutto gira intorno alle gambe. È anche una questione di mentalità e atteggiamento, quando vedi il team lottare e tu, per vari motivi, non riesci a tenere il passo ti costa un sacco di energie mentali. Poi perdi morale. Non era un problema di condizione, ma una situazione differente”.


• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *