© Tour of the Alps / Cycling photography LIVE

Vuelta a España 2019, Pavel Sivakov si tira fuori: “Non voglio bruciare le tappe”

Pavel Sivakov non correrà la Vuelta a España 2019. Reduce dal bel successo del Giro di Polonia, il corridore del Team Ineos non approfitterà del suo ottimo momento di forma per prendere il via del secondo GT stagionale, ma preferisce affrontare il suo percorso di crescita in maniera graduale. Classe 1997, il corridore franco-italo-russo ha già corso quest’anno il Giro d’Italia, concludendo con una bella nona posizione al termine di tre settimane molto regolari e costanti, ma è stato suo primo grande giro portato a termine, dopo essere stato costretto al ritiro lo scorso anno dalla corsa spagnola.

“Non farò la Vuelta – spiega ai nostri microfoni dopo la cerimonia di premiazione della corsa polacca, un trionfo che sente particolarmente importante visto il tipo di percorso e il livello della corsa stessa – Vincere qui è importante, ma ho solo 22 anni. Affrontare due grandi giri quest’anno significherebbe bruciare le tappe. Se voglio avere almeno altri dieci anni ad alto livello davanti a me, devo prendermi il tempo”.

Ovviamente la sua stagione non è certo conclusa così, con la possibilità di affrontare comunque altre corse importanti nelle quali continuare la sua crescita, relativamente alla quale sente di aver compiuto un passo in avanti importante proprio grazie alla partecipazione alla Corsa Rosa. Sarà dunque al via del Giro di Germania a fine mese, per poi affrontare a settembre il Tour of Britain come ultimo appuntamento prima del Mondiale di Yorkshire 2019.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.