Vuelta a España 2018, Molard resiste in rosso: “Contento a metà: spiace per i secondi persi da Pinot”

Rudy Molard ha schivato tutte le insidie proposte dal percorso nel suo primo giorno in Maglia Rossa alla Vuelta a España 2018. Conquistate le insegne del primato a scapito di Michal Kwiatkowski (Team Sky) grazie alla lunga fuga nella quale è riuscito ad inserirsi ieri, giungendo quinto nella tappa vinta da Ben King (Dimension Data), il portacolori della Groupama-FDJ è riuscito a rimanere nel gruppo dei migliori in un finale che, al netto di un profilo altimetrico facile, ha riservato non pochi problemi ai big della generale. A farne le spese in maniera consistente, tra gli altri, è stato proprio il compagno di squadra e capitano del team transalpino Thibaut Pinot, giunto sul traguardo di San Javier con un passivo pesante di 1’44” dal vincitore di giornata Nacer Bouhanni (Cofidis, Solutions Crédits). 

“È stata una giornata stressante, con molto vento fin dall’inizio – ha commentato a caldo il 28enne di Gleizé – è il risultato è buono soltanto a metà per noi. Da una parte sono contento per aver mantenuto la maglia, dall’altra sono deluso per il tempo che ha perso Pinot. Ha pagato un po’ di ritardo, ma penso che questo gli permetterà di attaccare con maggiore libertà e di correre in maniera diversa”.

 

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.