Tour de France 2022, UCI invita le squadre a non usare tasche per i dorsali

L’UCI ha chiesto alle squadre di non mettere i dorsali dentro le retine. Sempre più squadra hanno infatti usato negli ultimi mesi un nuovo sistema di tasche trasparenti che consente di inserirvi i dorsali, evitando di usare le anacronistiche spille. Un sistema interessante che tuttavia ha mostrato i suoi limiti di visibilità, con segnalazioni arrivate un po’ a tutti i livelli, dai commissari UCI agli organizzatori, dai media agli appassionati. Per questo è stata mandata una lettera alle squadre, il cui contenuto è stato pubblicato da CyclingTips, in cui il Direttore del Settore Strada e Innovazioni, ovvero l’ex professionista Michael Rogers, si rivolge alle squadre “chiedendo gentilmente” di tornare al sistema tradizionale.

“I dorsali devono essere fissati sulla parte esterna delle maglie e non all’interno di tasche o sistemi simili”, fanno dunque sapere da Aigle, ricordando che gli articoli 1.3.029 e 1.3.076 in cui si spiega che “Nessun indumento può coprire le iscrizioni sulle maglie, né i numeri dorsali, specialmente durante la corsa e durante le cerimonie protocollari” e “I corridori devono fare in modo che il loro numero di identificazione dorsale sia sempre ben visibile e leggibile.
I numeri di identificazione devono essere ben fissati e non possono essere piegati o trasformati.” Due punti dunque incompatibili con il nuovo sistema.

A ricevere la lettera in particolare sarebbero le squadre che parteciperanno a Tour de France e Tour de France Femmes. È stata comunque fatta una eccezione per quanto riguarda le cronometro, individuali o a squadre, considerando la maggiore aerodinamicità che consente l’inserire il numero all’interno della apposita tasca trasparente.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button