© ASO / Pauline Ballet

Tour de France 2020, il DS della Jumbo-Visma Merijn Zeeman si scusa ma spiega: “Mi sono arrabbiato quando il commissario ha smontato la guarnitura dalla bici di Roglic”

Dopo essere stato espulso dalla corsa, Merijn Zeeman si scusa con l’UCI. Il direttore sportivo della Jumbo-Visma, al termine della diciassettesima tappa del Tour de France 2020, aveva intimidito e minacciato un commissario dell’Unione Ciclistica Internazionale che stava controllando la bici di Primoz Roglic e, per questo motivo, era stato appunto allontanato dalla gara e multato con 2000 franchi svizzeri. Con un comunicato, il 41enne neerlandese e la squadra giallo-nera si scusano quindi con i vertici del ciclismo mondiale, mentre le scuse al commissario erano giunte subito, appena dopo lo spiacevole episodio. Zeeman spiega che si era arrabbiato perché, mentre veniva smontata la bicicletta di Roglic, il funzionario aveva rotto la guarnitura del mezzo.

Mi sono arrabbiato quando il commissario ha smontato la guarnitura dalla bici di Primoz – ha dichiarato Zeeman – Siamo tutti a favore di uno sport equo e pulito, che preveda i controlli, che però devo essere fatti in modo ragionevole. Nonostante tutto, avrei dovuto mantenere la calma e avvicinarmi al commissario UCI in modo più rispettoso“.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.