© Tour de l'Ain

Presentazione Percorso e Favoriti Tour de l’Ain 2021

A dieci giorni dalla fine del Tour de France, si torna a correre in Francia con il Tour de l’Ain 2021. La breve gara a tappe transalpina, in programma dal 29 al 31 luglio, si conferma corsa capace di attirare l’interesse di diverse importanti squadre nonostante la collocazione in calendario la ponga quest’anno tra i Giochi Olimpici di Tokyo e la Clasica San Sebastian. Pur non potendo vantare la partecipazione dei grandi campioni che, con la loro presenza, impreziosirono la gara nella scorsa stagione, al via della tre giorni di corsa ci saranno comunque otto formazioni WorldTour sulle 21 iscritte, pronte a darsi battaglia per trovare il successore del vincitore dell’edizione 2020 Primoz Roglic.

HASHTAG UFFICIALE: #TourdelAin

Albo d’oro recente Tour de l’Ain

2020 ROGLIC Primoz
2019 PINOT Thibaut
2018 VICHOT Arthur
2017 PINOT Thibaut
2016 OOMEN Sam
2015 GENIEZ Alexandre
2014 LINDEMAN Bert-Jan
2013 BARDET Romain
2012 TALANSKY Andrew
2011 MONCOUTIÉ David

Percorso Tour de l’Ain 2021

Come avvenuto negli ultimi anni, la breve corsa transalpina presenta tre tappe con un chilometraggio non elevato di cui la prima, sulla carta, è meno impegnativa mentre le altre due decisamente più mosse serviranno a decretare il vincitore finale. Si parte, infatti, con una frazione piuttosto semplice che dovrebbe vedere protagoniste le ruote veloci. I 141 chilometri dal Parc des Oiseaux (Villars-les-Dombes) a Bourg-en-Bresse non presentano particolari difficoltà altimetriche con la Cote de Vandeins (1,3 km al 3%), unica ascesa di giornata, classificata come GPM di quarta categoria, posta dopo 117,2 chilometri che non dovrebbe impedire alle squadre dei velocisti di giocarsi la vittoria in un arrivo allo sprint.

Decisamente più incerta si preannuncia la seconda giornata con la Lagnieu – Saint-Vulbas che presenta 136 chilometri caratterizzati da quattro salite, tutte da affrontare però nella parte centrale della tappa. L’inizio è sostanzialmente pianeggiate con la Cote de Corlier (8,8 km, 4,9%), un seconda categoria posto dopo 40,2 chilometri che apre la sequenza di asperità che potrebbero risultare decisive. Dopo la vetta si prosegue lungo un altopiano che culmina con il Col de Ballon (2,2 km al 6,8%), secondo GPM di giornata dopo 68,2 chilometri. Una lunga discesa e un breve tratto in pianura fanno da antipasto alle ultime due difficoltà altimetriche. Prima il Col d’Ordonnaz (11 km al 4,5%), posto dopo 95,1 chilometri e classificato di seconda categoria, a cui segue il Col de Portes (2,2 km al 7%). Dalla cima mancheranno 35 chilometri al traguardo, di cui gli ultimi 15 saranno completamente pianeggianti e potranno favorire il recupero nei confronti di eventuali attaccanti se ci saranno squadre in grado di organizzarsi.

L’ultima tappa ripropone l’arrivo a Lélex sul quale lo scorso anno si impose Primoz Roglic in uno sprint ristretto nei confronti di Egan Bernal e Valerio Conti. I soli 125 chilometri che prendono il via da Izernore propongono molta salita con il gruppo che dovrà affrontare cinque GPM, più l’ascesa finale, nel Massicio del Jura. Dopo un inizio subito in salita, la prima ascesa categorizzata come GPM è la Cote de Matafelon (2,8 km al 6,1%) a cui segue, subito dopo una breve discesa, la Cote de Samognat (4,9 km al 5,8%) il cui scollinamento è posto a circa 7 chilometri dal precedente. Alcuni saliscendi introducono poi alla Cote de Viry (4,1 km al 6,1%) seguita da un ulteriore tratto caratterizzato mosso prima della Cote de Giron (3,7 km al 6,8%). Dopo di che il finale è esattamente uguale a quello della frazione dell’anno passato con un breve pianoro seguito da una discesa tecnica che porta ai piedi dell’ascesa di seconda categoria del Col de Menthiéres (9,1 km al 6,3%), la salita più impegnativa di giornata. Mentre l’ascesa che porta al traguardo non presenta pendenze troppo dure ma sarà certamente teatro del confronto decisivo per aggiudicarsi il successo finale.

Tappe Tour de l’Ain 2021

Tappa 1 (29/07): Parc des Oiseaux (Villars-les-Dombes) – Bourg-en-Bresse (139,1 km)
Tappa 2 (30/07): Lagnieu – Saint-Vulbas (130,1 km)
Tappa 3 (31/07): Izernore – Lélex Monts-Jura (117,9 km)

Favoriti Tour de l’Ain 2021

Clicca qui per la startlist

Reduce da un Giro di Vallonia corso da padrone, Quinn Simmons si presenta al via come il favorito numero uno per questa breve gara a tappe. Il 20enne statunitense è apparso in ottima condizione in Belgio e proverà a replicare qui in Francia il successo della scorsa settimana,  L’ex campione del mondo juniores sarà supportato da una giovanissima Trek-Segafredo, che potrà cercare di ottenere un risultato anche grazie al laziale Antonio Tiberi e al danese Matthias Skjelmose Jensen, autori di buoni piazzamenti nella loro prima stagione da professionisti.

Non mancheranno però i rivali per il giovane talento statunitense, soprattutto tra i corridori di casa. Aurelien Paret-Peintre, che di recente ha chiuso il primo Tour de France della sua carriera al quindicesimo posto, guiderà un’Ag2r Citroen che potrà contare anche sull’interessante Clement Champoussin, al rientro alle gare dopo un mese di pausa. Pierre Latour, vincitore in stagione di una tappa alla Vuelta Asturias, sarà invece il capitano del Team TotalEnergies, che nella prima tappa tenterà di ottenere un successo parziale con Niccolò Bonifazio, mentre la B&B Hotels p/b KTM punterà su un Quentin Pacher messosi in mostra in più di una giornata al Tour.

Rudy Molard e Victor Lafay dovrebbero invece essere i corridori sui quali dovrebbero scommettere Groupama-FDJ e Cofidis per cercare di ottenere un buon risultato, soprattutto nelle due tappe maggiormente movimentate, mentre l’altra squadra transalpina in gara, vale a dire la Arkea-Samsic potrà dire la sua nella prima frazione con Nacer Bouhanni e puntare alla classifica generale con Elie Gesbert, autore di molti interessanti piazzamenti durante questa stagione, Anthony Delaplace e Maxime Bouet.

Tra le formazioni WorldTour presenti, la Deceuninck-Quickstep schiererà al via il rientrante Andrea Bagioli, che proprio qui ottenne il suo primo successo da professionista un anno fa e che proverà a replicare il risultato in una delle due giornate maggiormente adatte alle sue caratteristiche. La Intermarché-Wanty-Gobert potrà contare invece su Jan Hirt e sul giovane Georg Zimmermann, mentre Lotto Soudal e Team DSM, che si presentano alla partenza con squadre composte da corridori molto giovani, si affideranno rispettivamente a Harm Vanhoucke e Michael Storer per provare a fare classifica.

Possibili outsider, infine, possono essere il vincitore del Giro di Turchia 2021 Josè Manuel Diaz (Delko) e il suo compagno di squadra Delio Fernandez, il russo Sergei Chernetski (Gazprom-Rusvelo), il varesino Edward Ravasi (Eolo-Kometa) e il giovane tedesco Florian Lipowitz.

Borsino dei Favoriti Tour de l’Ain 2021

***** Quinn Simmons
**** Aurelien Paret-Peintre, Pierre Latour
*** Andrea Bagioli, Quentin Pacher, Elie Gesbert
** Clement Champoussin, Harm Vanhoucke, Jan Hirt, Rudy Molard
* Anthony Delaplace, Sergey Chernetskiy, Josè Manuel Diaz, Michael Storer, Antonio Tiberi

Altimetrie e Planimetrie Tour de l’Ain 2021

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.