Presentazione Percorso e Favoriti Coppa Bernocchi 2019

Il Trittico Lombardo prosegue domenica 15 settembre con la Coppa Bernocchi 2019. Per la classica che si snoda tra l’Alto Milanese e il Varesotto si tratta dell’edizione numero 101 della corsa, nata nel 1919 e disputatasi tutti gli anni, tranne solamente il 1943. Gara di categoria 1.1, la Bernocchi offre un percorso tradizionalmente favorevole ai velocisti, anche se non sono mancati i corridori che negli anni sono riusciti ad anticipare lo sprint di gruppo. L’albo d’oro vede ben 89 vittorie italiane, l’ultima delle quali ottenuta un anno fa da Sonny Colbrelli, che bissò il successo dell’anno precedente, ma in questa edizione il bresciano non sarà al via della corsa. Altri nomi illustri che si sono aggiudicati la classica lombarda sono Gino Bartali (1935), Fausto Coppi (1954), Rik Van Looy (1957 e 1958), Vittorio Adorni (1967), Franco Bitossi (1968), Marino Basso (1972), Felice Gimondi (1973), Francesco Moser (1974) e Giuseppe Saronni (1980 e 1981), fino ad arrivare, in tempi più recenti, a Vincenzo Nibali (2015). Il plurivincitore della corsa è comunque Danilo Napolitano, con tre affermazioni consecutive dal 2005 al 2007. Alla partenza quest’anno saranno presenti 25 squadre, tra cui tre formazioni World Tour, tredici Professional e otto Continental, più la Nazionale italiana.

ORARIO DI PARTENZA: 11:45
ORARIO DI ARRIVO (PREVISTO): 16:24 – 16:44
DIRETTA TV: 14:55 Raisport+
HASHTAG UFFICIALE: #CoppaBernocchi

Albo d’oro recente Coppa Bernocchi

2018 COLBRELLI Sonny
2017 COLBRELLI Sonny
2016 NIZZOLO Giacomo
2015 NIBALI Vincenzo
2014 VIVIANI Elia
2013 MODOLO Sacha
2012 MODOLO Sacha
2011 HAUTAROVIC Jauhen
2010 BELLETTI Manuel
2009 PAOLINI Luca

Percorso Coppa Bernocchi 2019

Legnano – Legnano (198,24 km / 180,84 km + 3×5,80 km)

Cambia solo il chilometraggio del percorso della Coppa Bernocchi 2019 rispetto a quello dello scorso anno. La corsa avrà partenza e arrivo Legnano e i chilometri da percorrere saranno 198,2, circa quattro in più del 2018, una parte dei quali in linea e una parte in circuito. Dopo il via, i primi 50 saranno sostanzialmente in pianura e attraverseranno San Giorgio su Legnano, Parabiago, Busto Garolfo e Busto Arsizio precedendo un leggero falsopiano che porta a Fagnano Olona. A Gornate (in località Torba) ha inizio il primo dei due circuiti da affrontare, quello definito “della Valle Olona”; 16,7 chilometri da percorrere per sei volte, con due salite presenti, il cosiddetto Piccolo Stelvio e il GPM di Morazzone. Quasi 100 chilometri di su e giù che potrebbero fare una certa selezione. Dall’uscita dal circuito all’arrivo mancheranno però ancora 48 chilometri, distribuiti tra discesa e pianura e perfetti per favorire l’eventuale rientro degli sprinter rimasti attardati. Gli ultimi 17,4 chilometri poi si svolgeranno nel circuito cittadino di 5,8 chilometri da percorrere tre volte. Il traguardo è posto su viale Toselli e difficilmente sfuggirà alle ruote veloci.

Favoriti Coppa Bernocchi 2019

Clicca qui per la startlist

Con un arrivo particolarmente adatto ai velocisti, tutti gli occhi saranno sicuramente puntati su Elia Viviani (Nazionale italiana). Il campione europeo sarà l’uomo di punta della selezione guidata da Cassani, e in caso di arrivo allo sprint le sue mosse saranno senza dubbio le più seguite. Dopo un buon Tour de France, condito da una vittoria di tappa, il veneto ha dimostrato di avere un’ottima gamba anche ad agosto e vuole provare a continuare la striscia in Lombardia. Non va dimenticato che ha già conquistato la Coppa Bernocchi nel 2014, e ha tutte le carte in regola per ripetersi. Niccolò Bonifazio (Direct Energie) può essere uno dei suoi antagonisti principali, dopo aver dimostrato una volta di più quest’estate la sua continua crescita negli sprint. Simone Consonni (Uae Team Emirates) cerca qualche risposta su un tracciato potenzialmente molto adatto a lui.

Sono ancora molte le frecce all’arco italiano per allungare a otto la striscia di vittorie tricolori consecutive in questa competizione. Andrea Pasqualon (Wanty – Gobert) è molto motivato, alla ricerca di un gran risultato per ottenere un posto in nazionale per i prossimi mondiali. Supportato da un’ottima squadra, tra i velocisti è forse il più abituato a sprintare con salite anche impegnative nel gambe. Per lui una corsa dura sarebbe perfetta. Le Continental Pro sono poi ricche di azzurri alla ricerca del colpo grosso: Manuel Belletti (Androni-Sidermec) vuole ripetersi nove anni dopo, Vincenzo Albanese ed Enrico Barbin (Bardiani-Csf) sono più di possibili sorprese, a seconda di quale gerarchia disegneranno le asperità della parte centrale. Tra gli outsider spicca Riccardo Minali (Israel Cycling Academy), ma non vanno trascurati Matteo Malucelli (Caja Rural Seguros RGA) e Simone Velasco (Neri Sottoli Selle Italia KTM).

La pattuglia di velocisti intenzionati a cercare lo spunto vincente è tuttavia molto nutrita. Phil Bauhaus (Bahrain-Merida), dopo il ritiro alla Vuelta, sta cercando di ritrovare la condizione che quest’anno sembra non essere mai arrivata. Sta cercando di risollevare la sua carriera anche Bryan Coquard (Vital Concept), che dovrebbe essere il capitano designato della sua formazione. Anche l’alternativa Lorrenzo Manzin è di qualità e può risultare un’opzione interessante per un finale di questo tipo. In casa Nippo Marco Canola e Juan José Lobato sembrano invece i due corridori in grado di cercare un piazzamento importante.

Non sarà semplice per gli attaccanti portare via un gruppo in grado di resistere al ritorno del plotone, soprattutto se le squadre dei velocisti dovessero avere il tempo per organizzarsi. Nel caso in cui qualcuno trovasse le forze per allungare Alexey Lutsenko (Astana) potrebbe essere il corridore più interessante, anche per la condizione palesata alla Coppa Agostoni. Il sangue degli attaccanti scorre nelle vene di Giovanni Visconti (Neri Sottoli Selle Italia KTM) e di Ruben Plaza (Israel Cycling Acacdemy), che possono provare ad animare la corsa nel tratto più duro. Attenzione anche a Christian Odd Eiking (Wanty – Groupe Gobert), Pierre Rolland (Vital Concept) e Mauro Finetto (Delko Marseille Provence), che hanno già dimostrato una buona condizione nelle ultime uscite.

Borsino dei Favoriti Coppa Bernocchi 2019

***** Elia Viviani
**** Niccolò Bonifazio, Simone Consonni
*** Phil Bauhaus, Bryan Coquard, Andrea Pasqualon
** Manuel Belletti, Alexey Lutsenko, Riccardo Minali, Lorrenzo Manzin
* Enrico Barbin, Vincenzo Albanese, Matteo Malucelli, Simone Velasco, Juan Josè Lobato

Meteo Previsto Coppa Bernocchi 2019

Cielo parzialmente nuvoloso. Possibilità di precipitazioni: 10%. Umidità relativa: 59%. Vento: direzione NNE fino a 8 km/h. Temperatura prevista: minima 24° C, massima 27° C.

Altimetria e Planimetria Coppa Bernocchi 2019

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.