© ASO / Broadway

Coppa Bernocchi 2019, le Voci alla Partenza: Bauhaus, Belletti, Canola, Coquard

Corsa per uomini veloci la Coppa Bernocchi 2019. Secondo appuntamento del Trittico Regione Lombardia, propone un percorso che strizza l’occhio ai velocisti, che dovranno comunque stringere i denti nelle fasi più mosse di un tracciato che comunque si propone non privo di insidie. Abbiamo dunque raccolto alla partenza le aspettative e le speranze di alcuni dei nomi più attesi o dei loro compagni di squadra, pronti a sacrificarsi per le ambizioni dei propri capitani lungo i quasi 200 chilometri in programma domenica 15 settembre.

 

Manuel Belletti (Androni-Sidermec): Rientro alle gare dopo un po’ e ieri ho preferito non fare l’Agostoni per concentrarmi sulla Bernocchi, dove ho già vinto e ho sempre fatto bene. Proverò a giocarmi le mie carte, poi proseguo con le gare del calendario italiano dove ci sono altre corse per me: punto ovviamente al Pantani, Matteotti e a Beghelli.

Leonardo Bonifazio (Sangemini Trevigiani): Speriamo che oggi vinca il Bonifazio giusto, quello forte. A parte gli scherzi, giocherò le mie carte e se non ho possibilità di vincere spero lo faccia mio fratello. Però sto andando abbastanza bene e spero di fare un buon finale di stagione.

Phil Bauhaus (Barhain-Merida): Spero di far bene, è la prima volta che faccio questa corsa. Sto bene ma non so come starò dopo le salite. Vediamo, la concorrenza è agguerrita: con Viviani e Coquard non sarà facile, ma ci provo.

Marco Canola (Nippo-Fantini-Faizanè): Non è una gara perfetta per me, anche perché in settimana non sono stato bene. Ieri le sensazioni non erano delle migliori, ma se durante la gara mi sentirò bene proverò a fare qualcosa. Non è stato un anno facile con molte cadute, ma guardo avanti e cerco di fare bene nel finale stagione. Poi l’anno prossimo mi aspetta una nuova avventura con la Gazprom.

Riccardo Stacchiotti (Giotti Victoria-Palomar): Sulla carta è la mia corsa, ma non corro da un mese e mezzo e non ho il ritmo nelle gambe, quindi proverò a difendermi e restare con i migliori arrivare pronto per la volata. Poi faccio Pantani, Matteotti, Emilia e Beghelli, quindi spero di avere altre opportunità per finire bene la stagione.

Alexander Konychev (Dimension Data): Non sono un vero sprinter, ma abbiamo Luca Mozzato e cercherò di aiutarlo. Poi corro a Collecchio e farò due corse in Francia e Belgio con la WorldTour della Dimension Data. Spero in una convocazione per i Mondiali e di far bene per riuscire a passare nella squadra WorldTour.

Davide Martinelli (Italia): Lavoriamo per Elia, che ha appena vinto gli Europei. Siamo tutti motivati ad indossare la maglia azzurra e vedo bene i ragazzi che stanno preparando il mondiale. Nel finale proveremo a fare un bel lavoro per Elia. Io ho ancora una quindicina di corse, Belgio, Cina e quindi spero di finire bene la stagione.

Evgeny Shalunov (Gazprom – Rusvelo): Oggi sarà difficile, non sono un velocista puro. Spero di fare bene ma sono concentrato sulle prossime gare italiane come Tre Valli Varesine e Giro dell’Emilia.

Bryan Coquard – (Vital Concept-B&B Hotels): Oggi è molto difficile, la parte centrale del percorso è molto dura e spero di tenere per arrivare a disputare lo sprint. Gli avversari sono fortissimi, come Viviani che avrà a disposizione la nazionale italiana, ma vediamo come finisce, sono fiducioso.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.