© LaPresse - Ferrari / Paolone

Analisi Favoriti Strade Bianche 2019: Stybar e Benoot a caccia del bis, Moscon, Nibali e Visconti le speranze azzurre

Numeroso e illustre il novero dei favoriti della Strade Bianche 2019. La Corsa del Nord più a Sud, la corsa antica più moderna, autentica Monumento del futuro, la corsa senese è ormai un must del ciclismo contemporaneo. Giunta appena alla sua tredicesima edizione, la corsa in programma sabato 9 marzo nel palmarès vanta nomi di primissimo piano che anno dopo anno hanno dato sempre più prestigio, ricevendone da essa, ad una corsa dal fascino straordinario. Nata nel 2007 con il nome di Eroica, nel tempo ha perso questo suo soprannome (per varie questioni), ma ne conserva nel pieno lo spirito.

Fabia Cancellara ne è sinora il recordman con tre successi, nel 2011, 2013 e 2016, inseguito con due trionfi da Michal Kwiatkoski (2014, 2017), mentre nessun altro è riuscito sinora ad imporsi più di una volta. Tra i grandi nomi ad aver vinto anche Philippe Gilbert  e Zdenek Stybar, vincitori rispettivamente nel 2011 e 2015, mentre l’unico italiano ad essersi imposto è Moreno Moser, nel 2013. In assoluto, a conferma della grande difficoltà, nessuno è mai riuscito a confermarsi. Ci potrà riuscire quest’anno Tiesj Benoot?

Albo d’oro Strade Bianche

AnnoVincitoreSecondoTerzo
Monte Paschi Eroica
2007Russia Aleksandr KolobnevSvezia Marcus LjungqvistUcraina Mychajlo Chalilov
2008Svizzera Fabian CancellaraItalia Alessandro BallanGermania Linus Gerdemann
Strade Bianche
2009Svezia Thomas LövkvistGermania Fabian WegmannSvizzera Martin Elmiger
2010Kazakistan Maksim IglinskijSvezia Thomas LövkvistAustralia Michael Rogers
2011Belgio Philippe GilbertItalia Alessandro BallanItalia Damiano Cunego
2012Svizzera Fabian CancellaraKazakistan Maksim IglinskijItalia Oscar Gatto
2013Italia Moreno MoserSlovacchia Peter SaganItalia Rinaldo Nocentini
2014Polonia Michał KwiatkowskiSlovacchia Peter SaganSpagna Alejandro Valverde
2015Rep. Ceca Zdeněk ŠtybarBelgio Greg Van AvermaetSpagna Alejandro Valverde
2016Svizzera Fabian CancellaraRep. Ceca Zdeněk ŠtybarItalia Gianluca Brambilla
2017Polonia Michał KwiatkowskiBelgio Greg Van AvermaetBelgio Tim Wellens
2018Belgio Tiesj BenootFrancia Romain BardetBelgio Wout Van Aert

Favoriti Strade Bianche 2019

Indicare i favoriti di questa corsa è sempre un terno al lotto. Di sicuro i corridori che solitamente si trovano a proprio agio sul pavé, anche sullo sterrato senese troveranno pane per i loro denti. L’anno scorso a vincere fu un corridore a tutto tondo come Tiesj Benoot, seguito da uno scalatore come Bardet e un ciclocrossista come Wout Van Aert. Il primo e il terzo ci saranno anche quest’anno e saranno nuovamente tra quelli da tenere d’occhio. Il campione in carica non è nelle migliori condizioni dopo la caduta alla Omloop Het Nieuwsblad, ma sottovalutarlo sarebbe un grosso errore. A spalleggiarlo ci sarà inoltre un corridore come Tim Wellens che, se in giornata, potrà andare senza dubbio a caccia di un podio. Il corridore della Jumbo-Visma, invece, sta ancora prendendo confidenza coi nuovi colori e con la sua nuova carriera su strada, ma mai come in questa corsa troverà un terreno molto simile a quello che lo ha fatto conoscere agli appassionati.

La Omloop ha visto trionfare Zdenek Stybar che, sull’onda dell’entusiasmo, potrebbe andare a caccia del bis alle Strade Bianche, dopo il successo del 2015. Anche lui se la cava bene sullo sterrato e potrà contare sulla forza della Deceuninck-Quick-Step, che avrà in Julian Alaphilippe una preziosa seconda punta. Il francese non si è mai cimentato in questa corsa, quindi sarà interessante vedere come la interpreterà e se potrà essere della partita fino alla fine. Con l’esperienza di Stybar a guidarlo, comunque, la coppia della squadra belga potrebbe essere quella da temere maggiormente. Non potrà mancare Greg Van Avermaet, specialista in queste corse e secondo a Siena nel 2015 e 2017. Il capitano del CCC Team sarà sicuramente uno dei fari della corsa, ma dovrà essere bravo a giocarsi le sue carte, visto che i suoi avversari proveranno sicuramente ad isolarlo e metterlo in difficoltà.

Attenzione anche all’Astana di Alexey Lutsenko e Jakob Fuglsang, due corridori eclettici in grado di difendersi nello sterrato e abili sui muri. Il kazako sembra essere nelle condizioni di forma migliori della carriera e dovrà cercare di sfruttarle per andare a caccia di un risultato prestigioso. Anche il danese sembra essere in palla, ma non essendo particolarmente esplosivo dovrà cercare di andare via da solo. Per la squadra kazaka da tenere d’occhio anche Davide Ballerini, apparso pimpante alla Omloop. La Dimension Data si affiderà a Michael Valgren e Roman Kreuziger, una coppia sicuramente temibile, mentre la Trek-Segafredo a Bauke Mollema e Toms Skujins. Maximilian Schachmann e Rafal Majka difenderanno i colori della Bora-hansgrohe con l’obiettivo di indurire la corsa, così come la Sunweb con Sam Oomen e Robert Power, cosa che invece non si augurano la Mitchelton-Scott di Luke Durbridge e la Groupama-FDJ di Stefan Kung. Tra gli altri, occhio anche a Hugh Carthy e Sebastian Langeveld della Education First e Alberto Rui Costa e Tadej Pogacar della UAE-Emirates.

Per quanto riguarda il capitolo italiani, la maggiore speranza corrisponde al nome di Gianni Moscon. Il talentuoso corridore del Team Sky ha le carte in regola per fare bene, ma la sua condizione è ancora tutta da verificare, così come quella del compagno Geraint Thomas, che ha cominciato la stagione piuttosto appesantito. Vincenzo Nibali proverà a centrare un buon piazzamento in una corsa che non lo ha mai visto brillare particolarmente, ma anche per lui il top della forma dovrebbe arrivare più avanti nella stagione. Interessante sarà anche tenere d’occhio Enrico Battaglin (Katusha-Alpecin), a caccia dei primi piazzamenti con la nuova maglia, Moreno Moser (Nippo-Vini Fantini), che qui ha probabilmente il ricordo più bello della carriera, Giovanni Visconti (Neri Sottoli-Selle Italia-KTM), quinto e miglior italiano lo scorso anno, ma anche Marco Canola (Nippo-Vini Fantini), Fabio Felline (Trek-Segafredo) e Alberto Bettiol (Education First).

Borsino dei Favoriti Strade Bianche 2019

***** Zdenek Stybar
**** Wout van Aert, Greg Van Avermaet
*** Julian Alaphilippe, Tiesj Benoot, Alexey Lutsenko
** Jakob Fugslang, Gianni Moscon, Giovanni Visconti, Tim Wellens
* Luke Durbridge, Stefan Kung, Vincenzo Nibali, Daniel Oss, Michael Valgren

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.