Giro d’Italia 2021, Damiano Caruso: “Ci ho provato seguendo Yates. Domenica tireremo le somme”

Damiano Caruso difende la seconda posizione al Giro d’Italia 2021. Il siciliano ha lottato con i migliori uomini di classifica anche nel corso della diciannovesima tappa, rispondendo in prima persona al primo attacco di Simon Yates (Team Bike Exchange), mosso a circa cinque chilometri dalla conclusione. Staccato poi dal secondo allungo del britannico, il corridore della Bahrain-Victorious, diventato capitano dopo il ritiro di Mikel Landa, è riuscito a salire con il suo passo e a limitare ancora i danni, chiudendo con la quarta posizione di giornata. In classifica generale dunque rimane la seconda posizione, con 2’29” di ritardo nei confronti della maglia rosa Egan Bernal (Ineos-Grenadiers) e 20″ di vantaggio sul vincitore di giornata. Ora il margine sul quarto, Aleksandr Vlasov (Astana-Premier Tech), sfiora i quattro minuti a soli due giorni dalla fine.

“Ormai era giusto tenere duro – ha dichiarato il corridore ai microfoni della Rai a fine tappa – ci ho provato seguendo Yates. Magari ho sbagliato ma lo dovevo fare, per me stesso e per chi mi ha chiesto di provarci. Onore al più forte, Yates è andato più forte e ha fatto la differenza. Complimenti a lui. Intanto penso all’arrivo in salita di domani, poi domenica pomeriggio tireremo le somme“. Due giornate di fuoco per coronare il sogno di una carriera: salire sul podio finale del Giro d’Italia.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.