Giro d’Italia 2019, Miguel Angel Lopez: “Ormai è andata così… Tornerò per vincere. Ora riposo, poi Polonia e Vuelta”

Si chiude con tanta amarezza il Giro d’Italia 2019 di Miguel Angel Lopez. Nella continuità di una edizione in cui le delusioni sono state all’ordine del giorno, il colombiano ha perso una posizione anche nella crono conclusiva, concludendo così la corsa in settima posizione, a vantaggio di Rafal Majka (Bora-hansgrohe). Un risultato finale tuttavia figlio soprattutto della sfortuna che lo ha pesantemente condizionato, tra incidenti meccanici, forature e cadute provocate da altri. Magra consolazione la Maglia Bianca conquistata davanti a Pavel Sivakov (Team Inoes), per un bilancio finale dunque che non può certo essere soddisfacente.

“Durante il Giro ho sperato veramente che lo cose potessero migliorare con il passare dei giorni, ma purtroppo non è andata così e ho continuato ad accumulare sfortuna – commenta dopo essere salito sul podio finale di Verona per il suo primato nella classifica giovani – Fortunatamente, sono comunque riuscito a conquistare la Maglia Bianca, che era comunque un obiettivo importante, ma avrei voluto davvero che le cose andassero meglio per me. Ci siamo preparati bene e abbiamo dimostrato che stavamo bene, purtroppo ormai è andata così…

Partito con l’intenzione di migliorare il terzo posto della passata stagione, il capitano della Astana si è dunque dovuto accontentare di un piazzamento che chiaramente non può bastare per uno come lui. Non manca dunque la voglia di riscatto, nella speranza di poter tramutare il bianco in rosa. “Il Giro è una corsa che mi piace – conferma – Sicuramente torneremo, anche se non so se l’anno prossimo o quello dopo ancora. Ma voglio tornare per vincere. Tornerò sicuramente”.

Ora comunque è tempo prima di tutto di riposo: “Ora voglio tornare a casa, passare del tempo in tranquillità con la mia famiglia per riposarmi. Poi penserò al resto della stagione. Riprenderò al Giro di Polonia, poi correrò la Vuelta a España“.

Non mancano ovviamente i complimenti all’amico Richard Carapaz. “Sono contento per lui, è stato davvero il più forte in salita – conclude – Ora sarà un idolo nel suo paese e sono molto contento per lui perché sono molti anni che corriamo l’uno contro l’altro e lo conosco bene”.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.