© Sirotti

Bilancio Squadre 2018: Direct Energie

Non è stata una stagione memorabile per la Direct Energie. Il terzo anno dello sponsor subentrato a Europcar nella gestione del team di Jean-René Bernaudeau ha comportato un drastico ridimensionamento delle vittorie. A fine 2018 sono state appena 14, ovvero 10 in meno rispetto al 2017, un dato sul quale pesa chiaramente la rinuncia a un velocista di grido dopo l’addio di Bryan Coquard. Otto sono stati i corridori diversi ad aver esultato, 39 i podi complessivi. Rispetto alle due annate precedenti salta all’occhio la mancanza di un successo in un Grande Giro, compensata parzialmente dalle due affermazioni in prove WorldTour negli otto inviti ricevuti, che rendono comunque quella transalpina la più prolifica tra le Professional in appuntamenti del massimo circuito.

Sproporzionata anche la distribuzione delle vittorie: la composizione quasi interamente nazionale (22 elementi su 23) del roster ha fatto sì che buona parte delle gioie venisse condensato nella parte del calendario francese. Tredici su quattordici sono infatti arrivate entro maggio, undici delle quali proprio all’interno dei propri confini. Peggiorata anche la classifica individuale dell’UCI Europe Tour (da 12° a 17°) mentre quella a squadre ha registrato un miglioramento: da 6° a 4°.

Cosa ha funzionato

La squadra ha confermato la sua vocazione per le scorribande. La partecipazione al Tour de France, unico GT per il quale i gialloneri hanno ricevuto la Wild Card, è stata nobilitata soprattutto dalle azioni di Sylvain Chavanel, il cui canto del cigno di un’ottima carriera è stato impreziosito da una scorpacciata di chilometri in fuga e record inanellati, e Damien Gaudin, che in più di una circostanza si è portato a casa il numero rosso riservato al corridore più combattivo, con Rein Taaramae che ha messo a registro il miglior risultato chiudendo terzo tra i fuggitivi che si sono giocati la frazione con arrivo a Le Grand Bornand. Se l’estone ha solo sfiorato a più circostanze, soprattutto con i secondi posti settembrini nella Coppa Agostoni e al Tour du Gévaudan Occitanie, l’acuto personale, l’ex Ag2R La Mondiale ha fatto centro per il secondo anno consecutivo nel prologo del Giro di Lussemburgo, uno dei tre successi ottenuti al di fuori dei confini nazionali, confermandosi anche un corridore interessante per la campagna del Nord.

Gli altri li hanno conseguiti Thomas Boudat, che ha sbloccato i conti collettivi nella Vuelta a Andalucia (ripetendosi a fine marzo nel GP Cholet) e Romain Cardis, che li ha chiusi a fine luglio nella prima tappa del Giro di Vallonia. In mezzo sono arrivati tutti sigilli “casalinghi”, tra i quali quelli più prestigiosi. Il plurivittorioso è stato Jonathan Hivert, che dopo aver monopolizzato il Tour du Haut-Var con due vittorie parziali e la classifica generale, ha elevato la qualità della sua stagione con la affermazione pesante nella terza tappa della Parigi-Nizza, precedendo di due giorni la doppietta del compagno di squadra Jerome Cousin a Sisteron. Lilian Calmejane (Drome Classic e Paris-Camembert) e Adrien Petit (Paris-Troyes), altro buon elemento per il pavé, hanno ribadito un buon feeling con le gare in linea, mentre a rifinire l’opera ha pensato Jérémy Cornu prendendosi una tappa del Circuit des Ardennes.

Cosa non ha funzionato

Il drastico calo del numero delle vittorie non è riconducibile solo all’assenza in squadra di un velocista. Inoltre, lo sbilanciamento territoriale dei successi, fotografa l’incapacità di presidiare con profitto anche le corse straniere. Nell’appuntamento cerchiato di rosso sul calendario sono venute meno le prestazioni dell’elemento più atteso: Lilian Calmejane. Reduce dalla perla dell’anno precedente, il capitano non ha mai trovato il colpo di pedale migliore e spesso ha sbagliato tempi (e tappe) in cui sferrare le azioni.

Le sei apparizioni WorldTour successive alla Parigi-Nizza (E3 Harelbeke, Dwars door Vlaanderen, Parigi-Roubaix, Liegi-Bastogne-Liegi, Giro di Svizzera e GP Ouest France) non hanno restituito risultati e prestazioni degne di nota, mentre tra i singoli ha confermato un rendimento al di sotto delle aspettative anche Romain Sicard, ormai lontano parente del corridore che in due occasioni è riuscito a entrare nella top 15 della Vuelta e ancora incapace di reinventarsi come cacciatore di tappe. Era lecito attendersi qualcosa in più anche dal ritorno tra le Professional di Rein Taaramae, che invece per il secondo anno ha concluso la propria stagione senza acuti.

Top/Flop

+++ Jonathan Hivert
++ Damien Gaudin
+ Jerome Cousin
– Romain Sicard
— Lilian Calmejane

Miglior Momento

Il momento più esaltante della stagione corrisponde al primo successo in una corsa World Tour, centrato da Jonathan Hivert nella terza tappa della Parigi-Nizza. All’attacco nelle battute finali il 33enne di Chambray-lès-Tours ha avuto la meglio in uno sprint a tre dello spagnolo Luis Leon Sanchez (Astana), uomo che difficilmente sbaglia il colpo in finali simili, e del connazionale Rémy Di Gregorio (Delko-Marseille-Provence KTM) che al termine della corsa è stato sospeso per una non negatività a un controllo antidoping.

Migliori Risultati

Vittorie
28/07/2018FRACARDIS Romain2.HCsBelTour de Wallonie, Stage 1 : La Louvière – Les Bons Villers
30/05/2018FRAGAUDIN Damien2.HCsLuxTour de Luxembourg, Prologue : Luxembourg I.T.T.
14/04/2018FRAHIVERT Jonathan1.1FraTour du Finistère
10/04/2018FRACALMEJANE Lilian1.1FraParis – Camembert
8/04/2018FRACORNU Jérémy2.2sFraCircuit des Ardennes, Stage 3 : Donchery – Vivier-au-Court
25/03/2018FRABOUDAT Thomas1.1FraGP Cholet – Pays De Loire
11/03/2018FRAPETIT Adrien1.2FraParis – Troyes
8/03/2018FRACOUSIN Jérôme2.WT1sFraParis – Nice, Stage 5 : Salon-de-Provence – Sisteron
6/03/2018FRAHIVERT Jonathan2.WT1sFraParis – Nice, Stage 3 : Bourges – Châtel-Guyon
25/02/2018FRACALMEJANE Lilian1.1FraDrôme Classic
18/02/2018FRAHIVERT Jonathan2.1FraTour du Haut-Var
18/02/2018FRAHIVERT Jonathan2.1sFraTour du Haut-Var, Stage 2 : Vidauban – Flayosc
17/02/2018FRAHIVERT Jonathan2.1sFraTour du Haut-Var, Stage 1 : Le Cannet-des-Maures – Fayence
14/02/2018FRABOUDAT Thomas2.HCsEspVuelta a Andalucia / Ruta Del Sol, Stage 1 : Mijas – Granada
Totale: 14
Secondi Posti
23/09/2018ESTTAARAMÄE Rein1.2FraTour du Gévaudan Occitanie
15/09/2018ESTTAARAMÄE Rein1.1ItaCoppa Agostoni – Giro delle Brianze
24/08/2018FRACHAVANEL Sylvain2.1FraTour du Poitou Charentes
23/08/2018FRACHAVANEL Sylvain2.1sFraTour du Poitou Charentes, Stage 4 : Champagné-Saint-Hilaire – Couhé I.T.T.
2/06/2018FRATULIK Angelo2.HCsLuxTour de Luxembourg, Stage 3 : Eschweiler-Wiltz – Differdange
15/04/2018FRAGAUDIN Damien1.1FraTro-Bro Léon
10/02/2018FRACALMEJANE Lilian2.1sFraTour La Provence, Stage 2 : La Ciotat – Gémenos/Col de l’Espigoulier
8/02/2018FRACHAVANEL Sylvain2.1sFraTour La Provence, Prologue : Circuit Paul Ricard I.T.T.
2/02/2018FRABOUDAT Thomas2.1sFraEtoile de Bessèges, Stage 3 : Bessèges – Bessèges
31/01/2018FRABOUDAT Thomas2.1sFraEtoile de Bessèges, Stage 1 : Bellegarde – Beaucaire
17/01/2018FRAGAUDIN Damien2.1sGabTropicale Amissa Bongo, Stage 3 : Fougamou – Lambaréné
15/01/2018FRAPETIT Adrien2.1sGabTropicale Amissa Bongo, Stage 1 : Kango – Lambaréné
Totale: 12
Terzi Posti
9/09/2018ESTTAARAMÄE Rein1.1FraTour du Doubs
1/09/2018FRABOUDAT Thomas1.HCBelBrussels Cycling Classic
17/08/2018FRAGRELLIER Fabien2.1sFraTour du Limousin, Stage 3 : Egletons – Uzerche
31/07/2018FRACARDIS Romain2.HCsBelTour de Wallonie, Stage 4 : Malmédy – Herstal
17/07/2018ESTTAARAMÄE ReinGT1sFraTour de France, Stage 10 : Annecy – Le Grand-Bornand
20/05/2018ESTTAARAMÄE Rein2.1FraTour de l’Ain
18/05/2018FRACALMEJANE Lilian2.1sFraTour de l’Ain, Stage 1 : Saint-Vulbas – Montrevel-en-Brasse
8/04/2018FRACORNU Jérémy2.2FraCircuit des Ardennes
27/02/2018FRAGAUDIN Damien1.1BelLe Samyn
24/02/2018FRACALMEJANE Lilian1.1FraClassic d’Ardèche
4/02/2018FRACHAVANEL Sylvain2.1sFraEtoile de Bessèges, Stage 5 : Alès – Montée de l’Hermitage I.T.T.
28/01/2018FRACALMEJANE Lilian1.1FraGP La Marseillaise
21/01/2018FRAGAUDIN Damien2.1GabTropicale Amissa Bongo
Totale: 13
• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Crea la tua squadra ideale per la 13ª tappa del Giro 2019 e vinci 110€!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.