© Caja Rural - Seguros RGA

Bilancio Squadre 2018: Caja Rural-Seguros RGA

La Caja Rural-Seguros RGA ha condotto in porto il suo 2018 con un bilancio in linea con le aspettative. Attiva dal 2010 e al settimo anno nel circuito Professional, la formazione spagnola ha chiuso la stagione con cinque successi (uno in più rispetto al 2017), quattro arrivati in corse a tappe, con due prove a cronometro all’interno delle stesse, e uno in una di un giorno, e un totale di 15 podi. Quattro sono stati anche i corridori diversi ad essere andati a segno. A essere nobilitato è stato il calendario europeo, dove sono maturate tutte le vittorie. I cinque inviti ricevuti per corse WorldTour non sono stati invece ripagati con un piazzamento nei prime tre.

Cosa ha funzionato

La pesca più ricca l’ha effettuata il portoghese Rafael Reis. Profeta in patria nei prologhi del Trofeu Joaquim Agostinho e del Giro del Portogallo, il 26enne lusitano è stato l’unico elemento della rosa a conseguire due vittorie in stagione. Curiosamente la squadra ha infilato in due occasioni una doppietta in 24 ore. La prima ad inizio maggio, quando il colombiano Nelson Andres Soto Martinez ha fatto sua la seconda tappa della Vuelta Comunidad de Madrid battendo l’ex di turno, Carlos Barbero (Movistar), e anticipando così l’acuto del transalpino Yannis Yssaad alla Rhône-Alpes Isère Tour. La seconda a cavallo tra luglio e agosto, quando a precedere la seconda affermazione di Reis era arrivato il timbro di Alex Aranburu, già pimpante in un Giro di Norvegia chiuso al quinto posto, sul Circuit de Getxo. Anche nell’occasione è stato Barbero ad arrendersi.

Più o meno la stessa selezione ha preso parte all’atteso appuntamento della Vuelta a España, dove è mancato il colpaccio, ma la performance è stata sufficiente. Al miglior piazzamento ottenuto da Soto, quarto a Bermillo de Sayago nella tappa vinta da Elia Viviani, hanno corrisposto gli innumerevoli tentativi di fuga di Lluis Mas e quello di coppia portato da Aranburu insieme a Cristian Rodriguez verso La Camperona. Nel complesso gli uomini di Manuel Hernandez hanno onorato la corsa provando a movimentarla, così come sono stati in grado di farlo anche negli altri eventi in cui hanno disposto di una WildCard: Volta Ciclista a Catalunya, Giro dei Paesi Baschi, Classica di San Sebastian e Giro di Turchia.

Cosa non ha funzionato

Non solo l’indebolimento del roster, con la cessione di Jaime Rosón alla Movistar, ha impedito la caccia al colpo grosso nel GT di casa, dove l’unico squillo nella storia del sodalizio fu fatto da Antonio Piedra nel 2012. All’occhio è balzata infatti la prestazione negativa del capitano designato, Sergio Pardilla, giunto all’appuntamento sulla scorta di un’incoraggiante Vuelta a Burgos (conclusa al 6° posto e con un 3° di tappa) e mai in grado di inserirsi nei giochi per la vittoria di tappa – neppure attraverso le fughe – né in quelli per la Maglia a Pois Azzurri, obiettivo consigliato da un percorso non eccessivamente duro.

Stagione decisamente anonima anche per due elementi che avevano lanciato segnali incoraggianti nelle scorse annate: Julen Amezqueta e Danilo Celano. Per il primo un solo piazzamento in top ten in 56 giorni di gara, mentre l’azzurro, anche bloccato da qualche contrattempo fisico, è parso lontano parente del corridore che aveva stupito gli addetti ai lavori nella primavera di un anno fa. Trascurato invece sia quantitativamente che qualitativamente il calendario extra-continentale.

Top/Flop

+++ Nelson Andres Soto Martinez
++ Alex Aranburu
+ Rafael Reis
– Julen Amezqueta
— Danilo Celano
— Sergio Pardilla

Miglior Momento

Per il modo in cui ha corso il collettivo e per gli interessanti scenari che apre in chiave futura, il momento migliore corrisponde al successo di Alex Aranburu nel Circuit de Getxo. Il 22enne basco ha capitalizzato al meglio l’azione dei compagni, che hanno reso la corsa particolarmente dura per scombinare i piani della Movistar e impedire così il tris di Carlos Barbero.

Migliori Risultati

Vittorie
1/08/2018PORREIS Rafael Ferreira2.1sPorVolta a Portugal, Prologue : Setubal I.T.T.
31/07/2018ESPARANBURU DEBA Alex1.1EspCircuito de Getxo – Memorial Ricardo Otxoa
12/07/2018PORREIS Rafael Ferreira2.2sPorGP Torres Vedras – Trofeu Joaquim Agostinho, Prologue : Turcifal I.T.T.
6/05/2018FRAYSSAAD Yannis2.2sFraRhône-Alpes Isère Tour, Stage 4 : Bourgoin-Jallieu – Charvieu-Chavagneux
5/05/2018COLSOTO MARTINEZ Nelson Andres2.1sEspVuelta Comunidad de Madrid, Stage 2 : Alcobendas – San Sebastián de los Reyes
Totale: 5
Secondi Posti
21/07/2018ESPCUADROS MORATA Alvaro2.2sPorGP de Portugal N2, Stage 4 : Montargil – Aljustrel
14/07/2018URUFERRARI BARCELO Fabricio2.2sPorGP Torres Vedras – Trofeu Joaquim Agostinho, Stage 2 : Serra d’el Rei – Torres Vedras
18/03/2018FRAYSSAAD Yannis2.2sPorVolta ao Alentejo, Stage 6 : Castelo de Vide – Evora
Totale: 3
Terzi Posti
11/08/2018ESPPARDILLA BELLON Sergio2.HCsEspVuelta a Burgos, Stage 5 : Salas de los Infantes – Lagunas de Neila
7/08/2018ESPARANBURU DEBA Alex2.HCsEspVuelta a Burgos, Stage 1 : Burgos – Burgos
22/07/2018FRAYSSAAD Yannis2.2sPorGP de Portugal N2, Stage 5 : Ferreira do Alentejo – Faro
12/07/2018AUSSCHULTZ Nicholas2.2sPorGP Torres Vedras – Trofeu Joaquim Agostinho, Prologue : Turcifal I.T.T.
17/05/2018ESPARANBURU DEBA Alex2.HCsNorTour of Norway, Stage 2 : Hønefoss – Asker
31/03/2018AUSSCHULTZ Nicholas1.1EspGP Miguel Indurain
16/02/2018COLSOTO MARTINEZ Nelson Andres2.HCsEspVuelta a Andalucia / Ruta Del Sol, Stage 3 : Mancha Real – Herrera
Totale: 7
• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.