Belgio, un granfondista pedala per oltre 500 km: “Ho fatto la Oliver Naesen Challenge XL”

Mentre in molti paesi si deve stare dentro casa, in Belgio continuano gli allenamenti formato extra large. A lanciare in qualche modo la sfida, probabilmente anche in maniera involontaria, è stata Oliver Naesen, autore di una pedalata di 365 chilometri. Al corridore della Ag2r La Mondiale aveva virtualmente risposto Laurens De Vreese, pedalando 368,9 chilometri sui rulli, mentre nei giorni successivi anche Thomas De Gendt e Jasper de Buyst avevano affrontato oltre trecento chilometri percorrendo “una Milano – Sanremo alternativa”. Se poi il portacolori della formazione francese aveva lasciato il segno anche disegnando un cuore dedicato al personale sanitario, il suo lungo allenamento ha in qualche modo tracciato la via e ora è il corridore di Gran Fondo Jarne Allewijn a farsi notare.

Il belga ha infatti percorso 505 chilometri pedalando per 17 ore (presumibile non tutte insieme) registrando la sua attività come la “Oliver Naesen Challenge XL“. Senza voler entrare nel merito delle scelte del governo locale sulla possibilità di allenarsi, appare forse non proprio di buon senso lanciarsi in queste lunghissime uscite, soprattutto se si pensa che anche in Belgio si era ragionato a diminuire ad un massimo di 50 chilometri gli allenamenti, proprio perché c’era una tendenza a sottostimare le conseguenze dello stare all’esterno, senza rispettare le misure di isolamento sociale. Difficile pensare che nelle sue 17 ore in giro non sia mai entrato in contatto con nessuno in questa sua “impresa”.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.