Doping, Rumsas jr positivo all’ormone della crescita

Altra tegola sulla famiglia Rumsas. Balzata tristemente di nuovo agli onori della cronaca dopo l’improvvisa scomparsa del figlio minore Linas, la famiglia lituana è finita al centro di indagini riguardo l’utilizzo e la fornitura di doping, inchiesta partita proprio in seguito alla prematura dipartita dell’appena ventenne Linas. Se il fratello maggiore Raimondas Rumsas jr sembrava essere rimasto fuori dalle questioni legate al doping, su di lui arriva come un macigno ora una positività che oscura ancora  di più una situazione già cupa.

Il primogenito dell’ex corridore, che nella sua carriera è più famoso per le problematiche legate al doping che per il suo terzo posto al Tour de France 2002, è infatti risultato positivo all’ormone della crescita (GHRP-6) il 4 settembre scorso. Il controllo era stato effettuato a Cappannori, fuori dalle competizioni, dopo essere stato disposto dalla Nado Italia. Arrivata dunque anche la sospensione da parte del Tribunale Nazionale Antidoping.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.