© Sirotti

Caso Ullrich, 7200 euro di multa per l’aggressione a un’escort

Continuano i guai con la giustizia per Jan Ullrich. L’ex ciclista tedesco ha ricevuto oggi la sentenza relativa all’aggressione a una escort di cui si è reso protagonista nel 2018 a Francoforte. Il vincitore del Tour de France 1997 è stato condannato a pagare una multa di 7200 euro per i fatti, usufruendo anche dei vantaggi derivanti dalla procedura d’urgenza da parte del tribunale della città tedesca, che gli ha permesso di non incorrere in conseguenze peggiori. Al momento dell’aggressione, che ha portato al ferimento della donna (mai in pericolo di vita), Ullrich risultava essere sotto effetto di droga e alcol.

Un altro episodio controverso nella vita dell’ex campione tedesco, da tempo impegnato nella battaglia contro i demoni dell’alcol e della droga. Una situazione difficile causata da depressione, anche per la separazione dalla moglie e l’allontanamento dei figli, come raccontato dallo stesso Ullrich: “La separazione da Sara e la distanza dei miei figli, che non vedo da Natale e con i quali non sono quasi riuscito a parlare, mi hanno portato a fare e prendere cose di cui mi pento molto. Per amore dei miei figli sto facendo terapia. Non potevo dormire, sono diventato agorafobico. È stata una delle prove più difficili della mia vita”. In passato anche lo storico rivale Armstrong si era offerto di aiutare Jan, andandolo a trovare presso la clinica di riabilitazione.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.