mercoledì , 26 aprile 2017
LIVE

AG2R La Mondiale, Bardet: “L’episodio della Nizza è stato superato. Sono felice di tornare a correre”

Romain Bardet ritorna finalmente a correre. Il francese rientra in gara oggi alla Volta a Catalunya 2017 dopo la squalifica per traino alla Parigi – Nizza. Quanto avvenuto alla Nizza però è ormai alle spalle così come racconta lo scalatore della AG2R La Mondiale in esclusiva ai microfoni di Cyclingpro.net: “L’episodio della Nizza è stato dimenticato velocemente, ci sono voluti solo alcuni giorni per superarlo. Mentalmente ho pensato ad altro ed ora sono felice di tornare finalmente a correre”. “Sto bene e sono felice di riattaccare un dorsale alla schiena – aggiunge il corridore transalpino – Posso finalmente iniziare la mia stagione. La Volta a Catalunya è una corsa che mi piace a cui partecipo tutti gli anni. Inizialmente non era nel mio programma, ma alla fine abbiamo cambiato idea e sono veramente felice di esser al via da Calella”.

Proprio per via dello stop forzato il corridore di Brioude arriva alla corsa catalana senza pensare nella classifica generale, ma puntando più ad affinare la condizione: “Non voglio pensare alla classifica generale al Catalunya. Questa è la mia corsa di rientro e potrebbe mancarmi un po’ il ritmo gara rispetto al resto degli avversari. Voglio solo divertirmi e vedere i risultati che potrò portare a casa. Ora il tempo della preparazione è finito e bisogna iniziare a far parlare le gambe”.  Bardet potrebbe quindi mettere nel mirino qualche tappa ed in particolar modo l’attenzione è rivolta a quella della Molina dove l’anno scorso arrivò un buon terzo posto: “La salita di La Molina è molto bella. L’anno scorso è arrivato il gruppo dei migliori e penso che sarà una bella tappa anche quest’anno. In quella tappa come in generale durante la corsa voglio prendere buone decisioni e divertirmi“.

Vedi Anche

MPCC, approvate sette nuove adesioni

L’MPCC continua ad ampliarsi e abbraccia nuove squadre fra i propri membri. Il Movimento Per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *