© BettiniPhoto / UAE Team Emirates

UAE Tour 2020, Fernando Gaviria secondo e soddisfatto: “Livello altissimo, è un buon risultato”

Fernando Gaviria è stato l’ultimo ad arrendersi a Dylan Groenewegen nella volata della quarta tappa del UAE Tour 2020. La volata della Dubai City Walk ha visto tanti dei migliori velocisti del mondo spalla a spalla e il colombiano del UAE Team Emirates è riuscito a prendersi il posto d’onore, alle spalle dello scatenato neerlandese della Jumbo-Visma. Per Gaviria, comunque, il bilancio giornaliero è in attivo, dopo la prima volata, in cui era invece rimasto fuori dai giochi. Il sudamericano si è comunque lasciato alle spalle corridori del calibro di Pascal Ackermann, Sam Bennett, e Caleb Ewan.

“È stata una tappa veloce, anche per via del vento favorevole incontrato per gran parte della giornata – le parole di Fernando Gaviria nell’immediato dopogara –  La squadra ha lavorato bene e con buona unione, rimanendomi sempre vicino. Abbiamo provato a vincere e ci siamo andati vicino. Il livello dei velocisti presenti in questo UAE Tour è altissimo, quindi posso essere soddisfatto per il risultato di oggi e posso avere fiducia per la prossima volata, sapendo di poter contare su una condizione adeguata.”

Gaviria, e gli altri velocisti, avranno a disposizione sia la sesta che la settima (e ultima) tappa della corsa emiratina, in programma rispettivamente venerdì 28 e sabato 29 febbraio. Domani – giovedì – invece, torneranno in azione gli scalatori, con il secondo arrivo a Jebel Hafeet.

Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming
Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.