© Team Sunweb

Tour Down Under 2020, la sorpresa di giornata è Robert Power: “Ho lavorato duro in preparazione”

Primo Richie Porte, terzo Simon Yates, quarto Rohan Dennis e quinto Diego Ulissi. Niente male come ordine d’arrivo per la terza tappa del Tour Down Under 2020. Al posto d’onore di giornata, in mezzo a corridori di altissimo livello c’è anche il sorprendente Robert Power. L’australiano, ancora 24enne seppur alla quinta stagione fra i professionisti, sta cercando di sfuggire all’etichetta di talento incompiuto (è stato sesto alla Strade Bianche 2018, ad esempio) e l’ottimo comportamento sull’arrivo di Paracombe non può che far bene al morale del corridore del Team Sunweb, ora terzo in classifica generale alle spalle del già citato Porte e di Daryl Impey.

“Ho lavorato duro in preparazione alla stagione – le parole di Power nell’immediato dopogara – Così, sapevo che sarei arrivato al TDU in buona forma. Ieri Jai Hindley è rimasto coinvolto in una caduta. Quindi mi è stato detto di provarci sulla salita di oggi, che è abbastanza dura. I miei compagni di squadra hanno fatto un grande lavoro per mettermi nella posizione giusta e io mi sentivo abbastanza fresco ai piedi della salita, così ho semplicemente provato a fare il massimo, dall’inizio alla fine”.

Power, un po’, ha anche creduto al bersaglio grosso: “Non ero sicuro che Richie riuscisse a tenere quando abbiamo iniziato ad avere il vento contrario, ma lui ha resistito; ha fatto una grande corsa e complimenti a lui. Il Tour Down Under è ancora lungo, lui sembra star bene, ma noi proveremo a dare qualche colpo nelle prossime tappe. Tutti i ragazzi della squadra sono motivati in questo senso”.

Il punto di vista del direttore sportivo della Sunweb, Luke Roberts: “È stata una tappa relativamente calma fino al circuito conclusivo, dove c’è stato davvero tanto stress all’interno del gruppo; erano strade complicate per riuscire a tenere le posizioni conquistate. La squadra ha fatto un ottimo lavoro nel piazzare Hindley e Power in vista della salita finale. Jai però soffriva per i postumi della caduta di ieri, mentre Rob si sentiva bene. Ha avuto la sua possibilità e ha colto un grandioso secondo posto, mettendoci anche in condizione di poter combattere per un posto sul podio alla fine della settimana”.

• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Scopri le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.