Tirreno-Adriatico 2024, Davide Formolo: “Una tappa di 200 chilometri dopo i 220 di ieri; oggi le gambe saranno un po’ più dure per tutti”

Davide Formolo sta affrontando le prime corse di stagione con la nuova, per lui, maglia della Movistar. Il corridore veneto, dopo aver ben figurato alla Strade Bianche 2024, è in gara alla Tirreno-Adriatico 2024 insieme a Enric Mas e dovrà quindi dividersi fra i compiti di supporto per l’uomo di classifica della formazione spagnola e le sue ambizioni personali. Intanto, il veronese si trova a 41″ dal capoclassifica Juan Ayuso (UAE Team Emirates), solo 3″ più indietro rispetto all’altro spagnolo appena citato, suo compagno di squadra. Da vedere, quindi, come potrà evolvere la situazione in casa Movistar.

“Finora è stata una Tirreno-Adriatico abbastanza fresca – Formolo sorride al microfono dei nostri inviati – Ieri abbiamo preso una giornata veramente difficile, con tanta pioggia e penso che oggi le gambe saranno un po’ più dure per tutti. Ieri, inoltre, erano 220 chilometri e oggi ce ne sono altri 200: questo significa poco tempo per recuperare, la stanchezza si farà sentire in gruppo”.

Oggi come andrà? “Come squadra pensiamo che i velocisti possano giocarsi comunque le loro carte, perché la salita finale non è lunga. Crediamo che corridori come Jasper Philipsen (Alpecin-Deceuninck) o Caleb Ewan (Jayco-AlUla) possano essere in prima linea per disputare la volata finale”.

Super Top Sales Ekoï! Tutto al 60%: approfittane ora!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio