Mondiale 2020, salta la candidatura dei Paesi Bassi?

I Paesi Bassi rinunciano al Mondiale 2020? La candidatura congiunta delle province di Drenthe e Groningen, che sembrava forte e quasi candidata principale, sembra invece ormai destinata ad essere ritirata visto che il consiglio provinciale della seconda ha dato parere contrario allo stanziamento di 5,8 milioni di euro questo pomeriggio. Malgrado gli omologhi di Drenthe sembrano intenzionati invece mercoledì a votare in favore della proposta di stanziamento dei cinque milioni che gli spettano, a questo punto la proposta della federazione locale sembra destinata a cadere nel vuoto.

“In questo contesto non possiamo discutere di una proposta congiunta per l’organizzazione dei Campionati del Mondo di Ciclismo 2020”, fanno infatti sapere dal consiglio provinciale, come riporta il quotidiano locale DVHN. Una buona notizia probabilmente per l’Italia, che sta cercando di portare avanti la proposta iniziale di Vicenza, sempre in attesa di un ok del governo (che potrebbe forse arrivare ora più facilmente visto che il progetto era stato fortemente voluto da Flavio Tosi, presidente del Veneto) ma che sarebbe pronta a mettere sul tavolo una seconda candidatura, con Caserta ad assumersi l’onere e l’onore di ospitare la rassegna iridata tra due anni.

pub • SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.