© GettyImages

Astana, Hugo Houle contro la federazione canadese: “Incompetenti e mancano di rispetto”

Hugo Houle attacca la federazione canadese. Il corridore dell’Astana, che intanto ha trovato un nuovo partner proprio in Canada, ha attaccato la federazione del suo paese per svariati motivi. Il classe ’90 ha ricordato di non aver ricevuto la giusta misura della maglia per gli scorsi mondiali, ma poi ha attaccato soprattutto i vertici federali, accusandoli di incompetenza e di mancanza di rispetto, dopo aver saputo che tra i 47 atleti inseriti nel programma di sviluppo verso le Olimpiadi, non c’è nessuno che svolga l’attività su strada, ma siano tutti provenienti da altre discipline.

“C’è una selezione tra BMX, mountain bike e pista, sia velocità che endurance – ha spiegato a VeloNews – Non c’è il ciclismo su strada. È strano che una federazione non pensi a un programma di sviluppo per la strada, che è probabilmente lo sport per il quale ci sono più licenze. È una grossa mancanza di rispetto secondo me”.

Il trentenne ha poi continuato il suo sfogo: “Io non sono stato consultato. Non mi interessa troppo di loro perché sono incompetenti quindi non spreco energie con loro. Ma quando annunciano ufficialmente che non ci sono atleti scelti per un programma su strada, che non c’è un programma per la strada, per me non ha senso. La strada è una disciplina che non esiste più per la federazione canadese”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.