© Sirotti

NTT, Victor Campenaerts: “Un sollievo il nuovo contratto. Stavo già pensando a una vita dopo il ciclismo: mi piacerebbe fare il pompiere”

Victor Campenaerts tira un sospiro di sollievo. Il belga della NTT ha infatti rivelato di aver vissuto notte insonni per la situazione del suo team, soprattutto dopo l’addio di Bjarne Riis, che non era riuscito a trovare un nuovo sponsor. La compagine di Douglas Ryder, invece, ripartirà il prossimo anno con il nome di Qhubeka Assos e il belga ha ottenuto anche un nuovo contratto. Il detentore del Record dell’Ora stava comunque preparando dei progetti alternativi, come un nuovo tentativo di migliorare il record (magari per difendersi da Alex Dowsett, che aveva annunciato un tentativo, poi rinviato a causa della positività al Covid-19) o una carriera esterna al ciclismo.

Per me è un sollievo sapere di poter continuare a fare il professionista in una squadra World Tour – ha dichiarato ai microfoni di Sporza – Il Giro a ottobre è stata la mia ultima corsa. Finché sei lì, sei coinvolto e non hai troppo tempo di preoccuparti, perché devi performare. Ma appena la corsa finisce passi da una vita piena di impegni a una priva di stress, e lì è arrivata l’incertezza sul contratto e ho cominciato a pensare molto, è stato difficile. Stavo già pensando a una carriera dopo il ciclismo, perché mi piacerebbe diventare un pompiere”.

Scarica l'App ufficiale di SpazioCiclismo!



• SpazioCiclismo è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di ciclismo seguici qui

Trova le migliori offerte di Amazon dedicate al ciclismo!
Ascolta SpazioTalk!
Ci trovi anche sulle migliori piattaforme di streaming

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.